Lazio, mercato in uscita legato ai rinnovi e si cerca il vice Immobile

Lazio, mercato in uscita legato ai rinnovi e si cerca il vice immobileFresca di festeggiamenti  – ha spento ieri 107 candeline – la Lazio torna sul mercato. I movimenti in entrata della società biancoceleste sono legati a doppio filo a quelli in uscita.

I rinnovi

Nella Lazio ci sono giocatori molto ambiti in ottica mercato. Biglia e Keita stanno trattando da tempo con la società biancoceleste per rinnovare. Per l’argentino le trattative hanno un andamento altalenante, scandito dal tema dei bonus legati alle presenze. Il senegalese, invece, vuole il quadruplo dei soldi attuali, troppo per la Lazio. Inzaghi vorrebbe trattenerlo almeno fino a giugno ma se arrivasse un’offerta dai 25-30 milioni l’attaccante potrebbe partire già a gennaio. Per il difensore olandese de Vrij, nel mirino di Manchester United e Chelsea, il rinnovo é una questione complicata e la Lazio sta lavorando sulla clausola rescissoria, fissata attorno ai 60 milioni.

Mercato

Lazio spettatrice attenta al giro dei portieri. Si cerca l’erede di Marchetti. Tra i nomi seguiti Sportiello dell’Atalanta e Perin, che però dopo il recente infortunio pare non interessare più.

A centrocampo Cataldi piace a Sassuolo e Genoa, ma il club biancoceleste non vorrebbe lasciarlo partire. Se il giocatore dovesse insistere per il prestito, potrebbe arrivare Vejinovic del Feyenoord.

Djordjevic é in uscita, anche se sembrano saltate le trattative con Lione e Marsiglia. La Lazio cerca comunque un sostituto. Tanti i nomi accostati alla società biancoceleste in questi ultimi giorni. Da El Ghazi, giovane di prospettiva classe ’95 proposto dall’Ajax in prestito con obbligo di riscatto, a Haller, che difficilmente arriverà perché 10-12 milioni sono troppi.

Dal poco probabile Mariano Diazè, terzo centravanti del Real Madrid, nel mirino di altri club, al più plausibile Locadia che non sta trovando spazio al PSV. Piace Paloschi, ma l’Atalanta ha smentito contatti. Tra le occasioni low cost si guarda ad Avenatti, ora alla Ternana, a Lasagna del Carpi, su cui è anche la Sampdoria.