| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2005-05-09

Juventus: sinfonia scudetto!


Il giorno della verità ha dato il suo verdetto: il nome è Juventus. Davanti a circa 80 mila spettatori e a circa 1miliardo e mezzo di spettatori da tutto il mondo, si è consumata la giornata forse più significativa del campionato. E' la giornata che molti davano al Milan, così irresistibilmente vincente, anche in situazioni difficili, con una finale di Champions da disputare. Ma è anche la giornata della concretezza, del gioco di squadra, della concentrazione fino alla fine. Una gara condotta dai bianconeri con sagacia tattica e tanto cuore, di contro un Milan determinato e quasi irresistibile per quasi tutto li secondo tempo, ma colpito nell'unico errore commesso. La rete di Trezeguet spezza l'equilibrio di una gara con numerosi capovolgimenti di fronte, giocata a viso aperto dalle due squadre. Cosa ha avuto di più la Juventus oggi? A nostro avviso un grande Fabio Capello, capace di contenere degli avversari sulla carta superiori sia come organico che come 11 in campo. Giocatori come Pessotto, Birindelli, Appiah, di certo non valgono i vari Cafù, Maldini o Seedorf, ma in campo le squadre si sono quasi equivalse. Pecca Ancelotti di aver tenuto in campo uno spento Seedorf (già con il PSV era stato cosi) e di aver fatto entrare forse troppo tardi un trascinatore con Pippo Inzaghi. Poi ancora questa gara sarà ricordata per i due episodi dubbi di calcio di rigore per il Milan. Il più clamoroso quello dello strattonamento tra Zambrotta e Cafù, con atterramento del Brasiliano per una spinta un pò più vistosa del normale. L'altro episodio è il presunto tocco di braccio di Cannavaro su tiro in porta del Milan. Dovere di cronaca evidenziare i due episodi che comunque non vogliono sminuire l'impresa dei bianconeri che ora vedono molto vicino l'obiettivo scudetto. La disattenzione di Stam che lascia inspiegabilmente solo in area Trezeguet, condanna un Milan, che a nostro avviso avrebbe meritato un pari, sia per le occasioni create, che per il gioco espresso. Qualche appoggio di troppo sbagliato ma anche tanto affanno creato nella difesa juventina con i traversoni di Serginho e con le incursioni di Inzaghi. E chissà se quella palla di super pippo fosse entrata in rete, come sarebbe cambiata la partita e il campionato? Ma i se e i ma non fanno i risultati e pertanto Del Piero e Company possono festeggiare il successo e magari abbandonare il silenzio stampa. Per il Milan resta la magra consolazione di avere condotto sino alla fine un testa a testa che lo vedeva favorito e di avere 90 minuti per poter sognare quella coppa dei campioni che tanto si spera di poter bissare. Rivincita bianconera dopo la beffarda sconfitta ai rigori a Manchester. Il calcio è così e forse anche per questo riesce a mantenere sempre un grande fascino. Le pagelle di Alexpe77. Milan: Dida 5.5, Cafù 6.5, Nesta 6, Maldini 6, Stam 5, Gattuso 6.5, Pirlo 5, Serginho 7, Seedorf 5, Rui Costa 5.5, Kakà 5.5, Shevchenko 5.5, Tomasson 5, Inzaghi 6.5. Juventus: Buffon 6.5, Pessotto 6.5, Thuram 7, Cannavaro 8, Zambrotta 7, Camoranesi 6, Birindelli 6, Emerson 6.5, Appiah 6, Nedved 7, Del Piero 7, Trezeguet 6.5. Angoli 4-0 per il Milan. Recupero nessun minuto nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa. Ammonizioni per Zambrotta, Nesta ed Emerson per gioco falloso, Blasi per comportamento non regolamentare. Spettatori 79.232. - articolo letto 15 volte


Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale