| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2005-10-31

E' la Juve si fermò, Viola terza forza!


E' venne il giorno della sconfitta. 30 ottobre 2005, la squadra di Capello esce sconfitta da San Siro per 3-1 chiudendo a 9 le vittorie consecutive e incassando il primo stop di campionato contro la rivale più vicina della rincorsa al titolo. Tifosi rossoneri quasi increduli a guardare i propri beniamini portarsi su un 3-0 clamoroso, vedere l'invincibile armata di Capello sgretolarsi sotto gli occhi. Merito dei ragazzi di Ancelotti che hanno voluto maggiormente la vittoria e che hanno mantenuto per quasi 90 minuti un ritmo incredibile alla gara. Mancava Shevchenko ma Kakà e company non l'hanno fatto rimpiangere. Dopo lo stop in Champions i bianconeri perdono contro un'altra grande del panorama internazionale e qualche malizioso inizia a pensare che in fin dei conti, tolte le sfide con Inter e Sampdoria, sul cammino dei bianconeri si siano presentate squadre molto abbordabili e di livello inferiore. Staremo a vedere. Una cosa è certa: per adesso il campionato resta vivo e non solo per il Milan. Sono i viola di mister Prandelli la grande sorpresa di inizio stagione con Toni al 12esimo centro in 10 partite e una squadra che ha saputo ben reagire al pericoloso vantaggio cagliaritano con Suazo. Una squadra solida che cresce come collettivo di giornata in giornata e che si gusta un meritato terzo posto. Posto che spettava tempo fa all'Inter, incapace di superare la Samp nell'insidioso anticipo della decima. Un super Diana mette in crisi una squadra che dopo i fantasmi della Roma temeva il tracollo. Un pari che ci sta tutto e limita i danni ma mette a nudo tante difficoltà nel gioco e nel reparto difensivo che sembravano dovessero pian piano sparire. E adesso abbiamo anche la Champions che metterà in campo anche l'Udinese che deve far punti con il Breema per restare in corsa per il secondo posto. I friulani fanno un pò di turn over e non riescono a piegare, nonostante il forcing finale, gli avversari del Palermo. Emozioni a Verona dove Chievo ed Empoli hanno cercato fino alla fine di superarsi, il 2-2 premia lo spettacolo. Vince il Livorno che fa un interessante balzo in avanti in classifica mentre incamera tre punti d'oro la Roma che ha visto per un attimo il ritorno dell'Ascoli che dopo l'espulsione di Chivu si porta sull'1-1. Risolve di testa Mexes entrato nel finale. In chiave salvezza brillano i successi in trasferta di Messina (straordinarie marcature di D'Agostino) e del Siena che può festeggiare al meglio con la rete di Chiesa (135esimo gol in A). Questo a spese rispettivamente di Lecce e Treviso. Anche la vittoria della Reggina (sfortunata deviazione di Zauri) da ossigeno agli amaranto e ridimensiona la Lazio. In classifica preoccupano le situazioni di Cagliari e Lecce appaiate all'ultimo posto. Da registrare le difese ma anche delle grosse involuzioni nel gioco espresso rispetto alla scorsa stagione. - articolo letto 20 volte


Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale