| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2006-07-26

Lo Scudetto della Correttezza


L'Inter vince lo scudetto del campionato 2005/2006. La notizia è stata diffusa dalla Commissione della FIGC a conclusione del processo che ha portato alla revoca dello scudetto ai bianconeri e i punti di penalizzazione al Milan. Non vi sono dunque i presupposti per lasciare non assegnato lo scudetto dello scorso campionato. "Lo scudetto della correttezza e del rispetto delle regole" ha commentato Giacinto Facchetti appena saputa la notizia. Piena soddisfazione per il patron Moratti che ribadisce la massima correttezza della squadra in campo e fuori. Mancini parla di "Giusto premio per l'onesta'" e ribadisce che pur non essendo speciale come quello conquistato, lo scudetto resta un forte incentivo per partire con il piede giusto nella prossima stagione. E sono 14! Dopo tanti anni di attesa, un verdetto inaspettato ma che restituisce al calcio un forte senso di verità, una grande voglia di correttezza in campo e fuori. Gli stessi tifosi bianconeri, dispiaciuti per le sentenze, si sentono adesso più sollevati dopo che il polverone è stato sollevato e dissolto pur pagando con uno scotto non da poco, soprattutto per il blasone della società. Uno scudetto che mancava dell'89, anno di Trapattoni e dei record neroazzurri. Un tricolore che in parte restituisce all'Inter i torti incassati in occasione dell'anno di Ronaldo e Simoni alla panchina, con quello scontro diretto che grida ancora giustizia. E se vogliamo dirla tutta fa pesare di meno lo scudetto perso sul campo dell'Olimpico a causa dell'inaspettata sconfitta contro la Lazio ma senza dimenticare la rimonta, non proprio trasparente della Juventus, con ben 13 successi consecutivi, molti dei quali ottenuti di misura e con alcune decisioni arbitrali discutibili. Si può parlare di 2 al prezzo di uno? Forse si o forse no o forse è ancora più importante dire che il calcio italiano sta ritornando pulito e con la voglia di giustizia. Finalmente da oggi tutti sapranno bene come sia finito il tempo di scherzare con la giustizia sportiva perchè a nessuno saranno concessi sconti...E se l'Inter può festeggiare, i cugini milanisti restano con il fiato sospeso per il possibile provvedimento della UEFA di non ammettere i rossoneri nella massima competizione, nemmeno facendo i preliminari. - articolo letto 16 volte


Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale