Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2007-01-03

Un pieno di verde


Ruoterà intorno ai giovani il prossimo mercato del Milan. E in fondo, i primi segnali sono già arrivati, in tal senso: l’acquisto dello sconosciuto Leandro Grimi, 21 anni, del Racing di Avellaneda, anche ieri è stato difeso con forza da Carlo Ancelotti. Un altro giocatore che è finito sul taccuino degli osservatori rossoneri e per il quale è già stato fatto un sondaggio è Pablo Zabaleta, 22 anni fra due settimane, di ben altra caratura rispetto a Grimi, malgrado la stessa età. E’ stato infatti il capitano della Nazionale argentina under 20 che nel 2005, in Olanda, si è laureata campione del mondo. L’argentino rappresenta un sicuro investimento e la richiesta di 10 milioni di euro fatta dall’Espanyol agli emissari rossoneri non ha spaventato Braida e Galliani. Nel mirino del Milan c’è anche un altro giovanissimo italiano attualmente all’estero, ma desideroso di rientrare in patria. Si tratta di Arturo Lupoli, che è in scadenza di contratto con l’Arsenal, squadra con la quale si era accordato dopo aver svolto le giovanili con il Parma. «L’Arsenal sarebbe disposto a cederlo già a gennaio in cambio di una cifra non elevata, pur di non perderlo a giugno a parametro zero», ha spiegato il suo procuratore Pasqualin. Nei giorni scorsi si è segnalato poi l’interesse per il centrocampista Poli, classe 1989, del Treviso, e per l’attaccante esterno Catellani, classe 1988, della Reggiana, mentre può dirsi praticamente concluso l’acquisto di Ahmed Barusso, ghanese del Rimini, classe 1984, che proprio ieri ha ripreso la preparazione dopo un grave infortunio|inviato Vecia|. - articolo letto 7 volte


Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale