| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2007-10-24

Catania, Cooperativa del Goal


Erano quasi due annetti che non succedeva e proprio gli mancava. Ma nel cuore del’Sant’Elia, eccolo, il vizietto di Christian Terlizzi. Un gol che mancava dai tempi d’oro di Palermo, quando ne mise a segno 6… Terzo tempo da cestista, e colpo di testa preciso, beffardo: il vento di Cagliari sembra farlo decollare, ma è lui ad inserirsi e a depositare la sfera in rete. E’ tornato Christian, ora è davvero lui. Il difensore incubo delle difese avversarie, il centravanti aggiunto delle palle inattive. Un altro gol di testa, dopo quello di Sardo con il Livorno. Stavolta la punizione è da destra, e il piedino incantato è quello di Mascara; il finale lo stesso. Ancora un difensore in rete, e quinto marcatore diverso della stagione per i rossazzurri. Catania, la cooperativa del gol. Il calcio totale è sbarcato anche all’ombra dell’elefante; una squadra che, per questo, è quasi un ricalco della nazionale “storica” di Marcello Lippi: nei mondiali tedeschi, infatti, 12 gol, 10 marcatori azzurri diversi . Nel Catania sinora sono andati a segno, i difensori Sardo e Terlizzi, il centrocampista Baiocco, la mezzapunta Martinez(doppietta) e l’attaccante Morimoto, per un totale di sei reti. L’anno scorso all’ ottava giornata i gol fatti erano 11, mai i marcatori erano solo quattro: Spinesi, Mascara, Corona e Colucci, tre punte, un centrocampista offensivo. La differenza è evidente: all’appuntamento col gol mancano all’appello gli avanti rossazzurri, ed è toccato a centrocampisti e difensori supplirli; perché? Le parole di Baldini ieri sono state chiare: “I nostri attaccanti, segnano poco, perchè sono generosi, a volte troppo”. In effetti, in fase difensiva, il modulo del Catania è un 4-5-1, quasi un 4-6-0, con Spinesi costantemente dedito al pressing sul difensore che imposta l’azione, e Mascara e Martinez in linea con la mediana. Un atteggiamento voltato al non scoprirsi e alla gestione del risultato, che ha portato i suoi frutti: il Catania è la seconda difesa del campionato, con solo 7 gol subiti, esattamente la metà dei 14 di un anno fa esatto. Oltre ai pro, però ci stanno anche i contro: il sacrificio in copertura dei tre davanti, e la loro conseguente “lontananza”(nel vero senso della parola) dal gol. Basti osservare la partita di ieri di Martinez: nei primi trenta minuti il solito funambolo palleggiatore, dopo sacrificato nell’aiuto a Sardo per fronteggiare la catena Del Grosso-Fini, cosa che ha impedito al Catania di sfruttare la sua fantasia nella seconda frazione. L’anno scorso, invece, era diverso: Colucci e Mascara raramente avevano compiti in fase difensiva, e lo stesso Caserta badava più ad impostare il gioco, che a distruggerlo. La squadra si trovava spesso sbilanciata, e costretta a pagare in gol subiti, le magie della sua fase offensiva. In termini di scommesse, ecco un altro confronto significativo: nella stagione corrente, su 8 gare, sette “under”(partite con 2 o meno gol complessivamente) e un solo “over”(partite con 3 o più gol complessivamente);la scorsa stagione, tre under” e cinque “over”. Le vie del gol sono diverse, e molte prevedono i calci piazzati,e gli inserimenti di centrocampisti. Tutta la squadra, in un modo o nell’altro ha modo di finalizzare l’azione; non c’è una bomber-dipendenza, ma occorre che la cooperativa del gol, faccia frutto anche dei suoi “mastri”. Magari un pizzico di spregiudicatezza in più, e la massima attenzione dietro(a differenza dell’erroraccio difensivo di Cagliari), li aiuterebbe, e renderebbe il Catania davvero perfetto… Allora sì, che ci sarà da leccarsi i baffi… Per ora, intanto godiamoci, il frutto migliore della filosofia-Baldini; che non sono né i gol, né lo spettacolo, ma la classifica, che ci vede alla pari con Lazio e Milan e due punti davanti al gruppone salvezza. I miglioramenti, i perfezionamenti arriveranno, con tanto lavoro, nel tempo…|di Dario Damico - Fonte: www.mondocatania.com|. - articolo letto 36 volte


Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale