| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-03-04

Il Milan si inchina ai Gunners (analisi tattica)


Il Milan esce dalla Coppa, esce sconfitto ma contro una grande squadra. Dove finiscono i meriti dell'Arsenal e dove iniziano i demeriti dei rossoneri non è facile da stabilire. San Siro Meazza, spettacolo d'altri tempi. E' di scena la Champion's League, i campioni hanno da difendere il titolo e portarlo fino a Mosca. Lo 0-0 dell'andata è un risultato non facile da interpretare, tuttavia positivo se si pensa che i rossoneri erano riusciti a resistere dove poche squadre erano riuscite. Palla al centro e i rossoneri sembrano poter diventare padroni del campo. E' Fabregas, autentico match winner, a salvare sulla linea. Il tridente Kakà-Pato-Inzaghi sembra andar bene, soprattutto nelle ripartenze e invece... I minuti passano, le occasioni da numerose diventano sempre meno e gli equilibri in campo si compattano. A centrocampo i rossoneri sembrano con poca benzina addosso e si ringrazia la solida difesa per aver arginato le ripartenze dei Gunners. Intraprendenti e pronti a colpire con una cinicità tipica dei grandi club. Un Arsenal forse un pò troppo sottovalutato prende le misure e colpisce quando le energie in campo sembravano finite. Il Milan paga a caro prezzo la scarsa vena realizzativa (troppe palle gol non concretizzate) e una condizione fisica generale precaria tanto da mostrare impensabili limiti a giocatori impeccabili come Pirlo. Il finale poteva in realtà regalare il brivido vincente, ma è pervenuta soltanto una grande doccia fredda. Fabregas, centrocampista classe '87 (quindi ancora ventenne)spagnolo della Catalogna ma maturato all'Arsenal, sugella una prestazione encomiabile con una rete d'autore, chiudendo la porta definitivamente al Milan. Tifosi e Staff rossonero deluso ma anche un pò incredulo. Un finale così lo aspettavano davvero in pochi... C'è tempo anche per Adebayor, altro temuto alla vigilia. Per gli inglesi è festa grande, i rossoneri invece dovranno rimboccarsi subito le maniche e puntare il tutto per tutto sul quarto posto in campionato che potrebbe rendere meno amara una stagione iniziata bene ma che sta terminando in malo modo|Redazione Calciomagazine.net| - articolo letto 89 volte


Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale