| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-03-12

Dominio inglese in Champions, l'Inter applaude (analisi tattica)


Si può essere tifosi, si può soffrire, sperare, gridare. Si può sognare, si può rimanere in silenzio. Un silenzio che fa male quando a patirlo sono due italiane. A distanza di una settimana Milan ed Inter salutano anticipatamente la Champions, lasciando alla Roma l'arduo compito di portare in alto il nome dell'Italia. Saranno ben quattro su quattro le squadre inglese che tenteranno la conquista del tetto di'Europa. Una sera molto attesa, molto temuta. I neroazzurri entrano in campo con il giusto spirito, la grinta adeguata per schiacciare gli avversari e votare una gara d'attacco. L'impresa non era delle più semplici e non solo per il 2-0 dell'andata. Questo Liverpool si candida come nelle precendenti stagioni ad arrivare fino in fondo. Grande esperienza, rapidità e qualità in mezzo al campo. L'Inter poteva fare di più? Di certo non tutti hanno giocato agli stessi livelli, non era possibile infatti recuperare situazioni atletiche non molto felici. Ma non è possibile divorare 2-3 palle gol quasi clamorose. Su tutte quella di Ibrahimovic nella ripresa su regalo, forse l'unico, della difesa inglese. L'espulsione di Burdisso, forse un pò eccessiva per come è venuta fuori, ha penalizzato i neroazzurri anche se non come all'andata. La rete di Torres ha poi tolto le residue speranze. Purtroppo a questi livelli non sono ammessi errori. Per Mancini il problema maggiore è stato quello di giocare in 10 per due gare (o per lo meno gran parte). "Non siamo stati fortunati nelle azioni...Figo doveva entrare ma l'espulsione e il gol subito ci ha fatto cambiare le mosse". "L'Inter rimane una grande squadra... bisogna essere al 100% quando si riprende con le eliminatorie. Il valore della squadre resta lo stesso". "Le occasioni del Liverpool sono arrivate da distrazioni anche semplici nostre...". - articolo letto 66 volte


Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale