| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-04-16

Catania all'Olimpico risultato utile


Se la Roma non fosse Totti, parleremmo della puntata più seguita di “X – Factor”.
Così non è, per l’ennesima volta l’avversario in maglia numero 10 punisce il Catania, stavolta si gioca all’Olimpico. Palla imprendibile per Polito, migliore in campo.
Doccia fredda dopo 45’ equilibrati. La sveglia suona non appena si torna in campo; ed il Catania, che era riuscito ad irretire la manovra giallorossa, deve adesso fare i conti con il Totti che s’è desto, e smista, e passa, e tira, come la sponda d’un flipper, mai casuale, sempre preciso.
Questa la differenza. Rossazzurri bene sul campo, mancanti in fase propositiva, più per assenza di lucidità nei momenti chiave che rinuncia ad offendere. Serve il “guizzo” che ancora non c’è. Ma allungarsi troppo in mediana significa suicidio, tre passaggi e la Roma è già in porta; Zenga ordina linee strette, gioco sulle fasce con inserimenti centrali, se possibile procurarsi calci piazzati.
Vuoi per la testa che pensa al campionato, vuoi perché l’1-0 resta un risultato abbordabile nella gara di ritorno. Ricordandoci che la Roma, è sempre la Roma. E quella vista oggi non c’ha poi messo più del Catania in termini di grinta.
Risolvono i singoli, in singoli episodi.
Note tecniche dal campo. Zenga e le sostituzioni non vanno d’accordo, metafora che non tira in ballo colpe del tecnico, quanto più imperscrutabile sindrome da “sostituto”, Izco a Roma, come Mascara a Palermo. Giocatori che stentano ad entrare in partita, e non va meglio né con Sabato né con Morimoto, ma al loro ingresso la partita è già incanalata in fase di contenimento.
Si rivede un Martinez fisicamente in crescita, ma ancora lontano dai livelli conosciuti, quelli che lo fanno essere sé stesso, in tutto e per tutto, e non lo è. Grande delusione per Alvarez, al di là della collocazione in campo ad essere impalpabile è l’impegno, stralunato.
La sorpresa è Gazzola, la conferma Stovini, il dubbio Tedesco, nella speranza che la botta ricevuta allo scadere non influenzi la sua disponibilità domenica. Sia il centrocampista che Martinez salteranno la gara di ritorno.
Senza strafare, il Catania porta a casa un risultato “utile”, compatto come sempre soprattutto a centrocampo, regge botta ad una Roma che nel secondo tempo si fa intraprendente come da “campionato”.
Poche emozioni; quel che sarà tra tre settimane lo sapremo solo al Massimino, e dipenderà, non poco, da quel che sarà in Campionato, per entrambe le squadre.
|di Marco Di Mauro - Fonte: www.mondocatania.com| - articolo letto 55 volte


Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale