Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2008-06-01

Del Piero "Uber Alles": la storia a puntate su Fantamagic (11°parte)


Pinturicchio si rimbocca le maniche e proverà a risalire subito nel proscenio spettatogli da sempre avvalendosi del contributo di altri pezzi da 90 come Trezeguet (con il quale da tempo forma la miglior coppia dell’ultimo cinquantennio), Nedved, Marchionni, Camoranesi, Zanetti, Buffon ed un mucchio di giovani “primaverili”…
Insomma, sulla carta si dovrebbe risalire sin da subito fra le top 20. Difatti, trascinata da un Super Del Piero (bomber scelto con 20 reti) la Vecchia Signora allenata dal giovane Deshamps (ex compagno di squadra dello stesso Del Piero ) tornerà prontamente sul proscenio che conta, ottenendo la Serie A senza troppi patemi, chiudendo la pagina più nera della storia della compagine di Corso Galileo Ferraris. Mai come quest’anno le prestazioni di Pinturicchio si sono rivelate decisive per l’economia delle zebre.
Ed il futuro si appresta ancora una volta a non prescindere dalla presenza dell’ormai 33 enne capitano storico della zebra.
SECONDA GIOVENTÙ? - Il 2007-’08 per Del Piero non inizia sotto i migliori auspici. Ranieri, subentrato a Deshamps, nelle prime giornate, complice una condizione non proprio brillante di Alex, non gli riserva un trattamento felice.
Così Pinturicchio, nel frattempo rimasto fuori dalla Nazionale, è alle prese con l’ennesima risurrezione da attuare nel minor tempo possibile, onde perdere il posto da titolare in maglia zebrata e dare addio definitivamente all’azzurro.
A 33 anni la doppia sfida potrebbe apparire improbabile per molti, ma evidentemente non per l’indomito gioiello. Difatti Del Piero, preferendo più marcatamente la concretezza allo spettacolo, lungi dall’esibirlo a vanvera, sfornerà prestazioni che convinceranno Ranieri a schierarlo sempre titolare, come avverrà dalla 16^ giornata (quando siglerà una favolosa doppietta all’Olimpico al cospetto della Lazio rappresentando una svolta nel suo torneo) sino alla 38° ed ultima giornata, consentendogli di rinverdire addirittura i fasti della propria gioventù.
A 2 turni dal termine Ale, andando oltre le più rosee aspettazioni (commisurate all’età non più junior) si ritrova addirittura a contendersi il trono di capocannoniere come mai gli era capitato: 18 reti (2 rigori soltanto e 2 punizioni) contro le 19 del suo partner Trezeguet e del genoano Borriello, rivelazione assoluta.
Alla penultima giornata segna al Catania il 19° gol raggiungendoli entrambi. E pensare che alla 31^ giornata aveva realizzato 11 reti contro le 18 del 1° in classifica Borriello (fra l’altro Alex aveva davanti a se ben 7 calciatori).
Lo scettro di capocannoniere per Alexinho rappresenterebbe non solo un magico traguardo - maggiore ambizione per un calciatore – ma vista l’età avrebbe altresì dello straordinario: infatti solo Nordahl, Vinicio ed Hubner sono riusciti a vincere il titolo ad oltre 33 anni.
- articolo letto 745 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale