| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-06-11

Euro 2008 Pagelle: Grecia-Svezia



GRECIA (4-3-3):
Nikopolidis 6 - Quasi inoperoso per 67 minuti, subisce i 2 gol quando meno se lo aspettava. La sua espressione al secondo gol, è il simbolo della frustrazione e fa capire che non sarà facile ripetere l’exploit di 4 anni fa. Rabbuiato.
Seitaradis 5.5 - Svolge il compitino affidatogli da Rehagel senza effettuare alcuna sortita sulla fascia. Non è il giocatore ammmirato nell’Atletico Madrid. Treno fermo.
Dellas 6,5 - L’uomo che battè la Repubblica Ceka, anche in questa partita ci mette il suo solito carattere e la sua forza fisica. Non fa mai avvicinare Ibra e Larsson all’area di rigore. Sostituito immeritatamente dopo la magia di Ibra per cercare di dare più forza offensiva alla squadra. Roccia.
Kyrgiakos 5.5 - Anche lui non demerita contro Ibra e Larsson, ma è protagonista in negativo della carambola che porta al gol Hansson e affossa le speranze greche. Impacciato.
Antzas 6 - Anche lui controlla bene gli attaccanti svedesi, evitando che si avvicinino troppo all’area, come da ordini del generale Rehagel . Diligente.
Karagounis 5 - Di lui si ricordano un paio di conclusioni velleitarie, ma non costruisce alcun tipo di azione pericolosa e si intristisce nella mediocrità generale. Si fa recuperare dai difensori svedesi nell’unica azione pericolosa greca del secondo tempo. Imborghesito.
Katsouranis 5.5 - Diga di centrocampo limita Andersson , ma in avanti anche lui non si vede mai. Nell’unica volta che si proietta in avanti sparacchia alto, invece di provare ad entrare in area. Svagato.
Basinas 5 - Lento e senza idee, si vede solo quando la squadra tenta di impostare la melina. Per il resto è come se non fosse sceso in campo. Non è quello di 4 anni fa. Gemello sbagliato.
Torosidis 5 - Non spinge mai e va continuamente in difficoltà sulla sua fascia. Non fa nulla per farsi notare e portare a casa la sufficienza. Cono d’ombra.
Charisteas 6,5 - Si fa ammonire dopo appena un minuto e si capisce subito che è l’unico lì avanti che ci metterà il massimo impegno per cercare di segnare. Non ci fosse stato lui, Lagerbak avrebbe potuto giocare senza portiere. Caparbio.
Gekas 5 - Preferito ad Amanatidis nel primo tempo non la vede ( e non si vede) mai. Sostituito dopo 45 minuti di nulla. Fantasma .Ordinario.
Samaras 5 - Sostituisce Gekas e si rivela inutile come il compagno. Non incide minimamente nella gara. Chi l’ha visto?
Amanatidis 5 - A sorpresa in panchina, entra quando ormai la frittata è fatta. Non può nulla per raddrizzare la baracca. Sfortunato.

SVEZIA (4-1-3-2):
Isaksson 6.5 – pochi interventi ma preziosi. Attento
Alexandersson 6 – partita di contenimento e poco più
Mellberg 6 – qualche piccola incertezza ma gara positiva
Hansson 6.5 – gol fortunato e giornata tranquilla, pochi pericoli in difesa
Nilsson 6 – qualche spinta in avanti senza incidere molto
Svensson 6.5 – tiene bene I ritmi della partita dettando I tempi giusti. Metronomo
Wilhelmsson 6 – tanta corsa sulla fascia, divora la rete del possibile vantaggio
Andersson 6 – opaco nel primo tempo, si riscatta nella difesa quando la Svezia affonda il colpo
Ljungberg 6 – non è al 100% resta estremamente utile per l’economia della squadra
Ibrahimovic 7 - fa poche cose ma le fa da fuoriclasse assoluto. Nel primo tempo uno stacco di testa ad anticipare tutti ma è sfortunato. Nella ripresa inventa una conclusione magistrare, imparabile. Determinante
H. Larsson 6 – non trova il guizzo giusto ma partecipa all’azione che ha portato in gol Ibrahimovic. Sufficiente

- articolo letto 143 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale