| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-06-10

Villa fa brindare la Spagna


Il talento di Villa concretizza la superiorità della squadra spagnola che questo pomeriggio ha avuto vita facile contro una Russia che ha resistito poco. Dal punteggio è fin troppo facile elogiare gli uomini di Aragones che hanno dato prova di grande organizzazione ed imprevedibilità in avanti. Una nazionale che negli ultimi anni ha sempre illuso le grandi aspettative anche con partenze esaltanti.
Adesso l’ennesimo buongiorno che aspetta un seguito felice. Le reti esaltano l’attaccante Villa, ben assistito da Torres & company. Per la Russia solo la prima parte di gara possiamo definirla sufficiente, poi troppa paura, troppo timore di prenderle che alla fine hanno causato uno stop di dimensioni grandi.
RUSSIA SOLO A SINISTRA – sotto una pioggia torrenziale Spagna e Russia provano a giocarsela a viso aperto. Russia attenta e creativa sulla fascia sinistra mentre fatica ad impostare il gioco a destra. Tuttavia è su un cross dalla destra che gli uomini di Hiddink collezionano un assist per Pavlychenko che viene provvidenzialmente anticipato.
TORRES-VILLA E SI SBLOCCA LA SPAGNA – la coppia dei sogni inizia a dare spettacolo. Siamo al 20 esimo minuto e Torres fa un’azione spettacolare servendo sul piatto d’argento un pallone solo da appoggiare in rete.
Tutto semplice per i due che con i tagli continui e cambi di gioco mette in difficoltà la Russia. Altra azione da registrare per gli iberici al 24esimo con il destro di Torres ben respinto da Akinfeev.
SOLO UN ACUTO DI ZYRIANOV MA IMPORTANTE –la Russia si spaventa dopo il colpo di vincente di Villa e la vena propositiva delle furie rosse. Solo al 23 esimo gli uomini di Hiddink confezionano una interessante palla gol. E’ il palo di Zyryanov a Casillas battuto a spezzare il monologo spagnolo.
TORRES DA MANUALE, BRIVIDI PER CASILLAS – è un vero piacere ammirare i colpi e i preziosi movimenti di Torres, sguizzante e puntuale ogni volta che viene chiamato in causa. Colleziona assist per i compagni come per il primo gol di Villa. Un vero e proprio incubo per Kolodin e compagni che non riescono a contenerlo. CHE BELLA CON VILLA! - se Torres fa spettacolo Villa fa i gol e decide il match. Inserimenti perfetti, da vero rapace d’area di rigore. La seconda rete (44esimo minuto) è ancora più bella perché oltre ad un ottimo senso della posizione e tempismo, c’è tanta classe nei tocchi e nel calciare in porta. Tutto troppo facile quando i “terribili” ragazzi spagnoli girano cosi bene…
FIAMMATA DI BILYALETDINOV – nei primi 15 minuti di gioco la Spagna limita le sue offensive con un’azione ancora di Villa e la Russia inizia a far gioco. Da evidenziare la conclusione di poco a lato dell’ala Bilyaletdinov. Continua a piovere senza tregua.
VILLA CALA IL TRIS – ancora Villa, non basta un diluvio per fermarne la classe. L’azione del 30esimo minuto, oltre a chiudere virtualmente il match è un mix di classe, rapidità d’esecuzione e inventiva.
Ricezione perfetta, dribbling secco e conclusione morbida sotto le braccia dell’incolpevole Akinfeev. E’ un tripudio sugli spalti, gli spagnoli fanno festa, giocare così è uno spettacolo per tutti i tifosi del bel calcio.
CONTENTINO RUSSO – sarà stato solo un episodio tuttavia la Russia riesce a raccogliere un magro bottino con il suo bomber Pavlyuchenko bravo ad avvitarsi e colpire di testa battendo Casillas. Unico neo di una serata quasi perfetta dove gol e spettacolo l’han fatta da padrone.
C’E’ TEMPO ANCHE PER FABREGAS – la Spagna sembra non voler smettere di giocare e così la risposta alla timida reazione Russa non si fa attendere. Ci pensa Fabregas a calare il poker al termine di un’azione ben congeniata e con un tuffo di testa stilisticamente molto bello.
La Spagna va oltre ogni previsione, bella e concreta. Per la Russia un duro colpo ma si dovrà ancora misurare con Svezia e Grecia che non sembrano avversari trascendentali.
- articolo letto 111 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale