| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-06-14

Euro 2008 Pagelle: Italia-Romania



ITALIA (4-2-3-1):
Buffon 8 – due interventi prodigiosi su Mutu e su Tamas. Miracolo assoluto il rigore parato sempre a Mutu, un rigore che poteva decidere anticipatamente sul futuro dell’Europeo. Salvatore della patria!
Zambrotta 4.5 – evanescente e mai in grado di dare una spinta alla partita, finisce per macchiare una prestazione opaca per regalare l’assist vincente per la rete di Mutu. Disastro.
Panucci 6.5 – ripresa meglio del primo tempo. Ha il merito di trovare il gol salva Italia e di guidare la squadra con personalità dando coraggio agli altri del reparto. Procura il rigore assai dubbio che però non cambia la gara. Nonno Leader.
Chiellini 6,5 – fa coppia con Panucci senza commettere grossi errori ma senza fare cose strabilianti. Firma l’assist vincente per Panucci. Pratico e diligente.
Grosso 7.5 – spinta costante sulla fascia, pennella perfetti cross per gli avanti azzurri e nella ripresa salva i suoi con interventi difensivi preziosi e determinanti. Formato Mondiale.
Pirlo 5.5 – passo indietro rispetto alla precedente gara, tiene troppo palla e verticalizza raramente. Appare stanco e stenta un po’ a far girare la palla come lui sa. Sbiadito.
De Rossi 6,5 – appare tonico ed è un motorino a centrocampo, sembra in forma ma tenta poco gli inserimenti offensivi. Tigre timorosa.
Camoranesi 5.5 – folletto a tutto campo, chiude e riapre dando quantità al reparto. Esaurisce le energie nella ripresa dove appare stanco e discontinuo. Mezzo serbatoio.
Ambrosini s.v. - prende il posto di Camoranesi.
Perrotta 5 – il romanista sembra ben intenzionato a far bene ma non brilla. Sfiora un gol nel primo tempo poi Donadoni lo cambia per Cassano. Evanescente.
Cassano 6,5 – prova a cambiare marcia, di tanto riesce ad innescare i suoi compagni con passaggi illuminanti. Altruista, forse troppo, spara in porta solo quando la posizione era improponibile. Peperino azzurro.
Del Piero 5.5 – parte bene, si muove avanti e dietro sul fronte offensivo. Non sfrutta a dovere una punizione conquistata. Prova l’intesa con Toni che raramente frutta conclusioni in porta. Cala nella ripresa. Attore non protagonista.
Quagliarella s.v. – entra per Del Piero ma non ha tempo per mettersi in mostra
Toni 5.5 – un po’ impacciato lo si ricorda per due conclusioni positive: colpo di testa dove Lobont si supera e la rete annullata ingiustamente dall’arbitro. Sull’assist un po’ lungo di Cassano non arriva per un soffio alla conclusione in porta. Toro senza corna.

ROMANIA (4-3-2-1):
Lobont 7,5 - due interventi decisivi su Toni e De Rossi e altri interventi più semplici. Ottimo nelle uscite e determinante in alcune sue uscite. Istinto felino.
Contra 5.5 – si riprende nel secondo tempo quando riesce a limitare Grosso. Nel primo tempo gli passa da tutte le parti. Utile in fase offensiva quando partecipa alle azioni positivamente.
Tamas 7 – solido in difesa, prezioso negli sganciamenti. Un destro su punizione mette in difficoltà Buffon. Stantuffo.
Goian 6 – essenziale dietro, lotta con le unghie contro Toni e lo limita. Arcigno.
Rat 6,5 – tiene in allarme Zambrotta bloccandolo dietro mostra di essere pericoloso anche in avanti. Sbatte ma non perde la testa.
Radoi s.v. – lo scontro testa a testa con Rat lo stende e gli fa lasciare presto il campo.
Dica 6 – umiltà a servizio della squadra, tiene il campo con diligenza. Altruista.
Petre 5,5 – lotta durissima con Grosso, si riprende con il passare dei minuti e alla fine ci prova lui ad offenderlo ma trova muro. Sangue freddo.
Nicolita 6 – il suo ingresso è prezioso perché da un contributo utile alla causa rumena. Gioca di contenimento.
Codrea 6,5 – ordina tiene le posizioni e gioca con buona dedizione. Corretto in campo. Fair Play.
Chivu 7 – leader in campo, capitano con gli artigli, gioca con quantità e qualità. Coglie un palo clamoroso. Sergente scelto.
Mutu 6,5 – anima il fronte offensivo con un dinamismo e classe senza confini. Sfiora il gol ma Buffon e bravo. Brutto il fallo su Pirlo che poteva evitare. Rapace d’area in occasione della leggerezza di Zambrotta ha sulla coscienza il rigore decisivo. Ma Buffon è più di un alibi. Perfetto a metà.
Cocis s.v. - entra a pochi minuti dalla fine.
D.Niculae 5,5 - si batte più in fase difensiva che offensiva dove non trova gli spazi giusti. Si procura il rigore del possibile successo rumeno. Opaco ma diligente.
- articolo letto 109 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale