Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2008-06-25

Via Donadoni, torna Lippi


Come volevasi dimostrare l'esperienza "Donadoniana" si è rivelata amara per i nostri colori, ed è così che la Federazione Gioco Calcio torna ad affidarsi a Marcello Lippi capace di portare meno di due anni fa gli azzurri sul tetto del Mondo, a cui ora viene affidato l'ingrato compito di ripristinare il gruppo vincente "distrutto" da Donadoni, quest'ultimo capace nel volgere di pochi mesi di vanificare tutto il buon lavoro del predecessore.
Tuttavia anche Lippi se non avesse vinto il titolo iridato non sarebbe stato immune da colpe, come quella di preferire un indecente Totti ad uno spumeggiante Del Piero. Ecco perchè a mio parere la scelta di riprendere Lippi potrebbe non rivelarsi felice come ci si aspetta.
Io gli avrei preferito -alla faccia delle motivazioni nostalgiche- ad esempio Ancelotti, Vialli o addirittura Mazzone, l'unico mister del calcio italiano a non aver grilli per la testa, prevenzioni varie o idee singolari e discutibilissime.
Ricordiamoci che Mazzone fu l'unico a valorizzare Baggio senza sacrificarlo in nome di alchimie tattiche o cavolate varie. Comunque se la Nazionale vorrà difendere lo scettro dovrà ripartire dall'ossatura 2006, magari affidando al bistrattato Del Piero il compito oneroso di tornare a vincere.
È ora che ad Alex vengano consegnate le chiavi della Nazionale. È arrivato il momento, seppur potrebbe essere troppo tardi, di conferire il massimo della fiducia ad un giocatore che in azzurro non ha quasi mai, specie nell’ultimo lustro, avuto lo spazio che avrebbe meritato. Ma credo che Lippi non avrà intenzione di darmi retta.
- articolo letto 118 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale