| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-06-19

Armata Russa!


Il calcio dell'est continua a mietere "nobili vittime". Dopo l'uscita della Croazia grazie ad una Turchia determinata e fortunata un altro pronostico viene rovesciato e un'altra grande esce di scena. Il risultato di 3-1 è ineccepibile, un vero e proprio "sublime" tributo a Hiddink che ha saputo riportare il calcio russo su livelli molto buoni. Così come nella parentesi Coreana (grande exploit nei campionati mondiali) si conferma una tenuta atletica del collettivo su livelli eccelsi, capace di rendere persino lenti e stanchi giocatori che fino a pochi giorni fa avevano dominato il girone castigando nazionali del calibro di Italia, Francia e Romania. La gara dunque sembra segnata sin dall'inizio quando l'equilibrio sembra poterci far aspettare una gara dai mille risvolti. Presto infatti la situazione inizia a cambiare perchè la Russia riesce a farla da padrone nel possesso palla e l'Olanda sembra piuttosto contratta. Manca la spinta corale dei terzini e il baricentro resta basso così da dare più spazi per le verticalizzazioni russe che colpiscono costantemente pur senza procurare molte palle gol. Gli interventi però del portiere Van Der Sar però non si faranno aspettare, soprattutto dopo il primo gol russo. Appare dunque meritato il successo degli uomini di Hiddink che nei tempi supplementari prendono il largo, scaggionando il pericolo della lotteria dei rigori. Il fattore preponderante è stata la tenuta fisica, costante per tutta la gara. Per chi temeva un calo fisiologico a metà gara non c'è stata conferma. Giocatori freschi ed in palla che se fossero stati più precisi e accorti sotto porta avrebbero reso il già pesante risultato ancora più impietoso al cospetto degli uomini di Van Basten. L'Europeo continua a regalare sorprese e nuove realtà come quella Russa tra le nazionali con l'età media della rosa più bassa. Una interessante prospettiva anche per il futuro della Russia.
- articolo letto 130 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale