| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-06-26

Germania volata finale. Turchi freddati allo scadere.


La nazionale di Loew è la prima finalista di Euro 2008. Il successo maturato ai danni della Turchia permette di accarezzare il sogno di un quarto successo europeo.
La gara, vinta per 3-2, si risolve tuttavia soltanto nel finale dimostrando che la squadra di Terim non è arrivata sin qui per caso.
La fortuna questa volta non è stata affianco ai turchi dopo e il finale di gara si è mostrato decisivo in negativo. Infatti soltanto al 90mo un'invenzione di Lahm ha permesso di scagionare il pericolo dei tempi supplementari.
Dimostrazione di forza ma quanto faticare per conquistarsi il successo. Si perchè gli uomini di Terim avevano interpretato nel migliore dei modi il match chiudendo ogni varco ed impostando uno schieramento tale da mantenere il costante predominio nei primi 45 minuti.
Germania a tratti alla corde con un insicuro Lehmann ad amplificare la sofferenza in alcune azioni di gioco. Su tutti l'errore in occasione del vantaggio turco: 22' esterno sinistro di Boral che raccoglie solo in area un pallone carambolato dopo una traversa clamorosa colta da Kazim.
La Germania incassato il colpo soffre le scorribande della Turchia tuttavia non rinuncia a ficcanti azioni di rimessa affidandosi alla loro proverbiale cinicità. E così alla prima occasione ci pensa Schweinsteiger a far pari: 35' cross dalla sinistra su discesa di Podolski e il fantasista tedesco che anticipa tutti con un tocco morbido di destro.
Pallino nella mani dei turchi ma occasione clamorosa nel finale di tempo di Podolski che davanti a Rustu fallisce il colpo del 2-1.
La ripresa è diversa perchè i ritmi calano vertiginosamente e gli uomini di Terim ne approfittano per riprendere un pò di energie. La Germania accusa un fallo da rigore su Lahm ma l'arbitro inflessibile lascia correre. Stesso metro di giudizio e rigore negato anche a Kazim dall'altra parte. La Turchia si complica le cose con un "maldestro" intervento di Rustu che esce a vuoto e regala la rete a Klose che lo fredda con un colpo di testa. Altra azione di gioco altra papera. Questa volta è Lehmann a ricambiare il "favore" che viene sorpreso sul suo palo dalla conclusione di Senturk su cress dalla destra di Sabri. La gara sembrava volgere sul binario del pareggio.
Invece un'azione personale del terzino Lahm scagiona il pericolo. Un numero che lo porta a concludere nell'area piccola e a colpire con il suo esterno sinistro fulminante che fredda Rustu. Un successo non a pieni voti anche per il merito degli avversari che non hanno concesso nulla che hanno visto la sconfitta solo per piccoli ma significativi episodi.
Un plauso dunque a Terim e al suo gruppo che ha seguito pedissequamente le indicazioni del ct riuscendo a tener testa alla Germania ricordandolo, priva di numerosi elementi di spicco. La Germania ora aspetta l'avversario di Vienna, ancora una volta la nazionale tedesca dimostra di esserci nelle occasioni che contano.
- articolo letto 137 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale