| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-06-27

Spagna, questa volta fai sul serio


L'eterno sperare, l'attesa che da sempre contraddisdingue questa realtà sta finalmente terminando. Attesa per cosa?
Facile inturirlo dopo che nelle competizioni più importanti il nome della Spagna è stato associato a quello delle più grandi nazionali, tra quelle che con tutta probabilità potevano arrivare fino in fondo.
E invece? Ogni volta la stessa storia. Grandi speranze dietro il gruppo e le delusioni per eliminazioni anticipate.
Questa è davvero l'Occasione. Lo sa bene il ct Aragones che dopo aver eliminato l'Italia si è potuto sentire mezzo europeo in tasca. Certo c'era da fare i conti con una sorprendente Russia che faceva gridare all'ennesimo miracolo di Hiddink. Ma la nazionale che ha dato lezioni di calcio all'Olanda non è stata la solita.
Forse un calo fisico, forse un pizzico di inesperienza, forse per merito degli spagnoli. Un mix micidiale che ha prima "anestetizzato" i russi e poi li ha fatti lentamente crollare nella ripresa.
Partita prudente quella spagnola un pò sulla falsa riga della sfida con l'Italia ma con Senna e Silva in posizione più arretrata e con un gioco che mirava più ad attendere e a limitare gli avversari che a offendere.
Un motivo che accompagnerà tutta la prima frazione di gioco. Nella ripresa cambia la storia e la Spagna affonda e trova felicemente subito la rete del vantaggio (5' Xavi). La Russia, già più timorosa del solito nei primi 45 minuti accusa il colpo e più che riuscire ad impostare un'adeguata offensiva, lascia enormi spazi per i contropiedi micidiali degli uomini di Aragones. E così al 28mo ci pensa il neo entrato Guiza a siglare il 2-0 che chiude virtualmente il match. C'è spazio al 37mo anche per Silva che corona un europeo ad altissimi livelli con una rete di pregevole fattura.
La Spagna fa festa anche se teme per l'infortunio intercorso a Villa. Da verificare l'entità dello stesso. La Russia finisce dove e come aveva iniziato: Spagna e 3 gol di scarto.
Una nazionale che ha ben figurato ma nello stesso tempo ha pagato a caro prezzo la scarsa esperienza di numerosi giocatori, talentuosi ma meno abituati degli altri a disputare match di questo spessore.
Domenica ne vedremo delle belle con due delle favorite a darsi battaglia. E che vinca il migliore...
- articolo letto 104 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale