Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2008-08-06

Il TAS da ragione ai club e boccia la Fifa!


"Le società di calcio non hanno alcun obbligo di concedere i giocatori alle Nazionali olimpiche". Con questa affermazione il TAS, il Tribunale d'arbitrato sportivo, ha deliberato che i club che hanno protestato contro l'obbligo di mandare gli under 23 alle Olimpiadi di Pechino hanno tutte le ragioni di rivolerli indietro! Il TAS ha comunque esortato "a trovare una soluzione ragionevole alla vigilia dell'inizio del torneo olimpico di calcio". Quindi ciò che aveva sostenuto dalla Fifa non è più un obbligo, i club che avevano fortemente protestato per questo "prestito" alle Nazionali per un evento che non faceva parte del calendario internazionale stilato dalla Uefa ora possono riprendersi i propri campioni. Il Barcellona, può riabbracciare l'argentino Leo Messi. Werber Brema e Schalke i brasiliani Diego e Rafinha. Ma l'allenatore dell'Argentina a muso duro ringhia che "La sentenza del Tas? Messi mi ha detto che intende rimanere qui con noi, e lo farò giocare contro la Costa d'Avorio. Io non voglio intromettermi in questioni legali, però so una cosa: Messi continuerà a giocare con noi finchè l'Argentina rimarrà in lizza nel torneo di calcio delle Olimpiadi".
- articolo letto 127 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale