| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-08-11

Rebellin, ad un soffio dal mito


Sul suggestivo percorso di Pechino Rebellin arriva 2° dietro a Samuel Sanchez. Terzo Cancellara.

Sontuosa medaglia d’argento conquistata dal 37enne (proprio oggi festeggiava il compleanno) Davide Rebellin, eterno piazzato per eccellenza (anche se non sono mancate le vittorie pur prestigiose come alla Liegi) che però con codesto alloro si regala un momento sublime per la sua rispettabilissima carriera.
Alla vigilia i nomi dei favoriti erano tanti ma alla fine i più gettonati hanno tradito le attese, Bettini in primis, cui in particolare confidavamo per confermarci Campioni Olimpici, titolo che ad Atene avevamo agguantato proprio in virtù di una delle solite imprese del Grillo oggi apparso non proprio in condizione spumeggiante. Ma a ben pensarci non potevamo puntualmente attenderci il solito exploit dal corridore toscano che probabilmente proprio a Pechino potrebbe essersi definitivamente congedato dalla gloria: l’età passa per tutti e neanche lui potrà esserne immune, verrebbe da dire, al contrario di Rebellin.
La gara di sabato, intrisa di fascino come non mai sia da un punto di vista tecnico che culturale, visto che si attraversava una delle capitali più classiche al Mondo ed a compiere il tragitto vi era il fior fiore dello sport del pedale, è stata esaltante sin dalle prime battute.
Una prova animata dapprima da un paio di sconosciuti fuggitivi e poi dal nostro Nibali che imprimeva un’andatura capace di scremare il groppone dei migliori. Dopo qualche decina di kilometri sarà ancora un italiano a tenere il ritmo elevato, Pellizzotti. A pagarne le spese fra gli altri vi saranno gli accreditati Schumacher e Freere Gomez.
Negli ultimi 50 km il gruppo verrà ulteriormente limato sino a ridorsi a pochissime unità. Così a giocarsi la gloria saranno dapprima una ventina di corridori, fra cui A.Schleck che proverà ad andarsene. Ma alla sua ruota si fa subito sotto Rebellin poi raggiunto da Sanchez, Rogers e Kolobnev.
Questi ultimi due si staccheranno sulle ultime rampe per poi rientrare all’ultimissimo km insieme a Cancellara che nel frattempo si era reso protagonista di una favolosa rimonta.
Nella volata a 6 Rebellin sembra dare l’impressione di potercela fare ma negli ultimissimi metri del percorso si farà rimontare dalla irresistibile progressione dell’iberico Samuel Sanchez alla prima “vera” vittoria trionfale della carriera. Terzo posto per il grandioso Cancellara. Agli altri restano le briciole…e la soddisfazione di aver preso parte ad una prova Olimpica per certi versi inedita ed accattivante.
Concludendo rivolgiamo ancora tanti complimenti a Rebellin che praticamente “a babbo morto” riscuote un prezioso credito con la sorte, per un argento che non avrà il sapore dell’oro ma che di certo può essere assurto ad impresa ardita.
Partire gregario ed arrivare medagliato non è da tutti.
- articolo letto 136 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale