Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2008-08-12

Gli azzurri olimpici in coro: "detassate i premi!"


Dopo aver saputo che gli atleti cinesi ottengono pe rintero il proprio premio senza alcuna tassazione gli azzurri in coro hanno fatto un'appello ai politici, chiedendo la detassazione dei premi olimpici.
Portavoce degli atleti tricolore sono stati Francesco D'Aniello, argento nel tiro a volo, Valentina Vezzali, oro nel fioretto e Giulia Quintavalle, oro nel judo.
D'Aniello si era fatto già portavoce in Parlamento di questo malumore azzurro, ed ora che il PdL ha portato la proposta in Parlamento incrocia le dita dicendo "Spero che approvi presto questa proposta perché sarebbe una cosa giusta. Quando stavo in pedana non pensavo certo ai soldi, ma poi riflettendoci a mente fredda dico che non è bello ricevere solo il 50% di ciò che ti viene promesso. Noi del tiro, ma vale per tanti altri sport, non guadagniamo molto. E sarebbe giusto che almeno i premi olimpici per chi vince una medaglia non venissero tassati, come fanno qui in Cina".
Anche la Vezzali sottolinea il fatto che "Non siamo come i calciatori. I nostri guadagni non sono stratosferici. La medaglia olimpica arriva una volta ogni quattro anni e con lei anche il premio in denaro: io di tasse ne pago tante, non chiedo privilegi. Ma ai Giochi contribuiamo a fare grande l'Italia, e poi il premio è un riconoscimento una tantum a quattro anni di lavoro".
Infine la Quintavalle rincara la dose aggiungendo "Abbiamo portato in alto l'Italia: avere un premio dimezzato dalle tasse è un dispiacere. Loro non sannno i nostri sacrifici".
- articolo letto 125 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale