Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2008-08-16

Storia del Campionato di Calcio: 1913-1914


Nell'estate del 1913 la FIGC si trovò ad affrontare lo spinoso problema del secondo tracollo della Juventus nel giro di due anni. Al titolo sportivo del 1905 vantato due anni prima per salvarsi, si contrapponeva il disordine societario in casa bianconera, testimoniato dai pessimi risultati degli ultimi anni, che ne sconsigliavano un ulteriore ripescaggio.
C'era certo il solito pressing delle piccole squadre per l'ennesimo allargamento del torneo, che in effetti andò a buon fine, tuttavia il problema era che, per accordi precedentemente intercorsi, le squadre liguri, abbinate l'anno prima alle milanesi, quest'anno avrebbero dovuto giocare con le piemontesi, saturando di fatto il girone subalpino che non aveva più posti disponibili per la Juve. Quando nella società torinese ci si rese conto di trovarsi in acque quantomai perigliose, si indisse un'assemblea in cui i toni divennero subito accesissimi, tanto da ventilare lo scioglimento della società e da rischiare l'intervento dei carabinieri per mantenere l'ordine.
L'insperata ciambella di salvataggio arrivò dall'ingegner Malvano, ex giocatore ed ora dirigente, che era in affari con Giovanni Mauro, presidente del Comitato Regionale Lombardo della Federazione, il quale gli offrì un posto proprio nel girone meneghino. Fu così che la Juve riuscì a preservarsi in Prima Categoria, mentre la Federazione, avuti dai bianconeri garanzie di rafforzamento, sancì di fatto la fine della farsa delle retrocessioni (nei fatti solo l'Ausonia nel 1910 non ne fu risparmiata), ratificando l'accrescimento costante, teoricamente senza fine, del campionato negli anni a venire.
Alla fine a vincere il torneo fu la Lazio che vinse tutte le 14 partite segnando in totale ben 65 reti e subendone solo 5.
- articolo letto 1686 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale