| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-09-04

Leggende del calcio: Marco Tardelli


Marco Tardelli classe ’54 toscano, è uno dei campioni del Mondo di Spagna '82. La carriera di Tardelli inizia col Pisa nel 1972, in 2 stagioni disputa 41 partite segnando 4 gol, successivamente un anno a Como (in B) e poi il grande salto, a 21 anni, nella Juventus.
E’ un grande mediano, che assicura copertura (d’altra parte aveva iniziato la carriera da difensore), ma anche fosforo nella fase di costruzione.
Diventa una colonna bianconera, gioca 259 incontri e segna 34 volte, vince tra l’altro 5 scudetti, 1 Coppa Campioni e 1 Coppa UEFA.
Dopo 10 anni passa alla rivale di sempre, l’Inter, dove rimane 2 anni, prima della sua unica stagione all’estero, in Svizzera nel San Gallo.
Ma è in Nazionale che si fa amare dai tifosi, gioca 3 Mondiali, nell’82 aiuta l’Italia di Bearzot a conquistare il titolo iridato, indimenticabile l’urlo a seguito del gol del 2-0 nella finale contro la Germania Ovest.
In totale 81 presenze e 6 reti, alcune delle quali da capitano. Dopo il ritiro dal calcio giocato opta per la carriera in panchina: esperienze di secondo piano prima di approdare nel 1997 all’Italia Under 21, in 3 anni forgia una squadra che sembra la sua immagine di calciatore, grintosa, tenace, ma con eccellenti valori tecnici e la porta a vincere il massimo titolo per Nazionali Under 21, il Campionato d'Europa, nel 2000.
Ha poca fortuna alla guida dell’Inter: esonerato dopo 1 anno. Tenta allora la via della dirigenza, ma anche nel CdA della Juventus rimane pochi mesi vari motivi.
- articolo letto 107 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale