Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2008-09-22

Zona Europea: Magicalex


La prima fase della Coppa dei Campioni inizia sotto differenti auspici per le varie squadre italiane impegnate.
Debutto col freno a mano tirato della Juventus di Ranieri al suo ritorno Europeo dopo 2 anni di stop forzato, con i bianconeri che alla fine debbono ringraziare l’immenso ed intramontabile capitan Del Piero per i primi 3 punti conquistati ai danni dello Zenit reduce dalla magnifica accoppiata Coppa Uefa & Supercoppa Europea (quest’ultima ottenuta a scapito dei Campioni d’Europa del Manchester). Due anni di astinenza dal gran galà europeo hanno forgiato in Del Piero una gran voglia di rivalsa come a recuperare il tempo perduto. Tutti gli addetti ai lavori lo avevano in un certo qual modo preannunciato: questa era soprattutto la sua partita.
E Del Piero non si è fatto pregare. Prima incanta l’Olimpico di Torino come ai bei tempi gloriosi con giocate di fino altisonanti poi trascina il proprio team alla vittoria con il 33° calcio di punizione in maglia zebrata (l’11° in Coppa Campioni!), unica soluzione ad un match malagevole che si stava avviando sullo 0-0, un punteggio che avrebbe premiato oltremisura i russi per lasciare l’amaro in bocca ai bianconeri.
Invece con questa prodezza (la 46^ nelle Coppe Europee su 108 caps) la Juve parte subito spedita ottenendo 3 punti fondamentali per il prosieguo del cammino continentale. Pinturicchio è da Pallone d’Oro, e se non lo vincerà potrà almeno salire per la prima volta sul podio dopo averlo sfiorato in un paio di circostanza in giovane età. Difficile che i giurati restino ancora sordi dinnanzi a tale sublimità.
Se la Juve ridacchia non si può dire altrettanto della Roma che in un match che avrebbe dovuto segnare una partenza soft riesce nell’impresa negativa di cadere fra le proprie mura contro gli esordienti rumeni del Cluj (1-2 dopo il vantaggio illusorio di Panucci), complicandosi non poco il cammino, tenendo conto anche delle prossime avversarie che di certo non saranno morbide come questi rumeni. Si morde le mani la Fiorentina che ad un certo punto accarezzava l’impresa, 2-0 a Lione con doppio Gilardino, per poi crollare nel 2° tempo per il 2-2 finale che lascia non pochi rimpianti.
A vele spiegate invece l’Inter che supera 2-0 l’ostacolo Panathinaikos, perdipiù in trasferta. Decidono i gol di Mancini e del figliol prodigo Adriano (dopo 2 minuti dal suo ingresso nel rettangolo verde).
In Uefa Cup tutto liscio come l’olio per le quattro squadre impegnate, per un’autentica scorpacciata di soddisfazioni e di…gol. Va di lusso al Napoli al rientro in Uefa dopo 14 anni di amara astinenza. I partenopei davanti ad un pubblico in visibilio si scatenano davanti al blasonato ed illustre Benfica di Suazo (ex Inter) che spaventava i celesti segnando l’1-0. Ma Vitale rimetteva tutto in sesto ed a mettere in cassaforte una splendida vittoria ci pensavano Denis e Maggio prima del 2-3 che riapriva i discorsi qualificazione. Ma ipotecare il passaggio del turno contro una signora squadra come il Benfica sarebbe stato pretendere troppo. A vele spiegate anche l’Udinese -2-0 a Dortmund- e la Sampdoria che riduce in poltiglia i lituani del Kaunas per 5-0 con doppietta di Cassano (un gol su punizione). Boccata d’ossigeno per il Milan che disintegra 3-1 lo Zurigo con Pato che su punizione tornava al gol.
RASSEGNA DELLE PUNIZIONI DI ALEX
13 NEL CAMPIONATO DI A:
1994-’95: JUVE-BRESCIA
1995-’96: JUVE-PADOVA
1997:’98: BOLOGNA –JUVE
JUVE-MILAN
2000-‘01: JUVE-NAPOLI
2001-’02: JUVE-VENEZIA
JUVE-BRESCIA
2002-’03: JUVE-BRESCIA
2003-’04: JUVE-EMPOLI
2005-’06: JUVE-ASCOLI
INTER-JUVE
2007-’08: JUVE-PALERMO
JUVE-ROMA
5 NEL CAMPIONATO DI B:
2006-2007: JUVE-VICENZA
JUVE-BRESCIA
NAPOLI-JUVE
JUVE-PIACENZA
BRESCIA-JUVE
4 IN COPPA ITALIA:
2005-06: JUVE-FIORENTINA
JUVE-ROMA
2006-07: NAPOLI-JUVE
2007-08: JUVE-INTER
11 IN COPPA CAMPIONI:
1995-96: JUVE-RANGERS GLASGOW
JUVE-BORUSSIA
JUVE-REAL
1997-98: KOSICE-JUVE
JUVE-MONACO
2001-02: JUVE-PORTO
CELTIC-JUVE
2002-03: JUVE-NEWCASTLE
2003-04: JUVE-GALATASARAY
2005-06: RAPID VIENNA-JUVE
2008-09: JUVE-ZENIT St PIETR.
6 IN NAZIONALE:
1998: ITA-SVIZZERA
2001: ITA-UNGHERIA
2002: AZERBAIGIAN-ITA
ITA-JUGOSLAVIA
GALLES-ITA

ZONA JUVE
I bianconeri soffrono l’avversario che può essere domato solo con una prodezza individuale. Ci pensa Del Piero con una punizione delle sue: la vittoria della Juve è soprattutto merito del capitano intramontabile. Voto Juve 6,5
Le pagelle
Buffon 6,5 E’ chiamato ad un solo intervento ma è quello decisivo.
Molinaro 5,5 E’ il punto debole di una difesa quasi perfetta. Sacrosanto il cambio con De Ceglie
Chiellini 6,5 Sembra una serata di ordinaria amministrazione o quasi. Ma l’illusione la crea lui. Sicurezza!
Legrottaglie 6,5 Tutto liscio come l’olio. Annulla Arshavin & compagni. Simbolo di una difesa che supera discretamente un duro esame.
Grygera 6,5 Non si registrano le solite incursioni ma finchè difende in tale maniera va bene così.
Camoranesi 6 S‘infortuna dopo mezz’ora ma in quel poco che rimane in campo non impressiona.
Poulsen 5,5 Si fa notare solo per una conclusione velenosa.
Sissoko 7 Giganteggia nel finale (galvanizzato dall’1-0 di Alexinho) dopo una prima ora di gara blanda.
Nedved 6 Non è la solita furia ceca, ma comunque anche a mezzo servizio è utile alla manovra.
Del Piero 8,5 In attacco lo lasciano isolato ed allora Pinturicchio capisce che se vuole cambiare il volto al match deve sacrificarsi a centrocampo a recuperar palloni come Oriali, facendo quello che dovrebbero fare Poulsen, Salihamidzic, ecc..Il suo sacrificio si rivela utilissimo alla causa. È sempre nel vivo dell’azione, sguscia come un ventenne (diventando un incubo per i russi) e se proprio non puo’ farlo sforna assist deliziosi o si guadagna punizioni. Quando il match sembra avviarsi sullo 0-0 tira fuori dal cilindro una punizione delle sue da distanza siderale, 38 metri. Gol! La sua gioia e la sua grinta possono esplodere. Mostruoso!
Trezeguet 5 In una serata in cui non viene imbeccato non puo’ far altro che affidarsi al suo compagno di reparto. Per stasera può bastare così.
Subentrati: Salihamidzic 6;
De Ceglie 6,5;
Amauri n.g.
- articolo letto 77 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale