| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2008-12-20

JUVENTUS – MILAN : TATTICA ALLA LAVAGNA


Entrare nella partita, ripercorrerla in una nuova chiave. Lo spettacolare match del posticipo della 16 giornata si tinge di nuovi colori sempre alla scoperta di nuovi spunti di riflessione. Come espresso nella preziosa disamina del mister del settore giovanile della Pescara Calcio, Gabriele Aielli, la Juventus è stata più pragmatica, più “muscolare”. In un calcio moderno che parla sempre più di numeri che di talenti spesso la condizione atletica e la forza e freschezza fisica la fa da padrone.
La “tecnicità” dei rossoneri ha retto sino a quando le forze lo hanno permesso, fino a quando gli equilibri tattici di partenza sono stati rispettati. Il Milan del secondo tempo infatti è mal distribuito in campo in particolare sulle fasce dove mancavano i raddoppi contro i più agili avversari. Poi l’episodio di Zambrotta ha compromesso definitivamente la rimonta rossonera da premiare nel temperamento, non nel prodotto finale. Questo anche perché giocatori come Shevchenko devono ritornare ancora sui livelli adeguati a giocarsi certe sfide.
Con un Seedorf mai in partita (si vede e come quando non c’è un giocatore come Kakà in campo) e con la pesante assenza di una diga e uomo squadra come Gattuso il Milan arranca a centrocampo anche perché sia Pirlo che Ambrosini non appaiono al 100%. Togliere agli uomini di Ancelotti ampiezza e profondità è stata una mossa determinante nella fase di non possesso bianconera.
Ma ci sarebbe stata un’alternativa per la squadra rossonera in questo match? Probabilmente si sarebbe perso ugualmente ma non aveva dispiaciuto un attacco tutto brasiliano con Pato-Dinho. Certamente con centrali così possenti avrebbe fatto comodo un Borriello in campo un po’ come nella Juventus dove Amauri è stato in grado di fare il bello e cattivo tempo contro una difesa non altrettanto forte ed attenta.

Clicca qui per analizzare la scheda dalla partita con le contrapposizione delle squadre in campo

Commenta anche tu la sfida dell'Olimpico di Torino. Misura la tua abilità di saper leggere le partite con gli altri allenatori
-> clicca qui per lasciare la tua personale analisi. - articolo letto 1577 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale