| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2009-02-28

Juventus-Napoli: la chiave tattica


A Torino per riscattare il periodo negativo. Reja non dovrebbe cambiare il 3-5-2 che in trasferta diventa un 5-3-2, ma qualche novità potrebbe esserci in attacco. Il tecnico goriziano ha provato Russotto al fianco di Lavezzi e questo schieramento potrebbe essere utilizzato a gara in corso.
La Juventus scenderà in campo con il consueto 4-4-2 offensivo che potrebbe facilitare il lavoro sulle fasce contro il 5-3-2 azzurro. Per evitare l’inferiorità numerica, che potrebbe nascere dalle sovrapposizioni degli esterni difensivi bianconeri sulle ali del 4-4-2, i mediani del Napoli dovranno supportare Maggio e Vitale in fase passiva. Sulla trequarti, c’è da bloccare il ceco Nedved che spesso predilige tagliare verso il centro dalla corsia sinistra per aprire i varchi alle discese di Molinaro, agevolare gli acuti di Del Piero o puntare a rete. In fase attiva di gioco, tutto dipenderà dall’estro di Lavezzi sempre che Reja non decida di mandare in campo Russotto dal primo minuto. In questo caso gli azzurri punterebbero tutto il gioco offensivo sulle ripartenze per sfruttare la velocità e le verticalizzazioni di Lavezzi e Russotto.
Qualora dovesse giocare Denis, il Napoli potrebbe trovare non poche difficoltà giocando con il 5-3-2. Questo modulo costringe la squadra ad avere un baricentro molto basso con serie difficoltà a guadagnare metri verso la porta avversaria con un centravanti poco abile a far salire la squadra e lanciare le ripartenze. Vedremo…
- articolo letto 1029 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale