| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2009-05-15

Armando Ferroni a VN: ''Noi, i fratelli... dell'autogol!''


C’è un precedente molto curioso tra Fiorentina e Sampdoria, un precedente che ha come protagonisti due fratelli. Si tratta di Armando e Mauro Ferroni, il primo calciatore della Fiorentina, il secondo della Sampdoria: i due si incontrano l’8 maggio 1983 a Firenze, in una partita importante per le zone alte della classifica (la Fiorentina arriverà quinta, mentre la Samp settima). E fin qui, è tutto normale.
Il fatto unico nel calcio italiano accade durante la gara: i due fratelli vanno in rete, ma... nella porta sbagliata! Infatti Armando Ferroni segna nella propria porta al 18’, dando così il vantaggio alla Samp; dopo il pareggio della Fiorentina di Miani, arrivò l’altro autogol della partita. Di chi? Ovviamente di Ferroni, ma del Ferroni doriano, con i viola che vanno in vantaggio. Ci penserà poi “Ciccio” Graziani a segnare il gol del 3-1 definitivo per la squadra di De Sisti.
Una coincidenza davvero curiosa, che non è sfuggita a Violanews.com: siamo riusciti a contattare in esclusiva Armando Ferroni, che adesso gestisce la scuola calcio Figenpa (di proprietà di Marco Nappi).

Lei fu protagonista di un Fiorentina-Sampdoria decisamente sfortunato...

“Eh sì, purtroppo segnai un autogol. Meno male che alla fine arrivò la vittoria!”. Suo fratello allora fu ancor più sfortunato...

“ (Ride) Sì, perché perse anche la partita. Fu una gara molto particolare, diciamo che l’emozione di giocare uno contro l’altro ci fece fare questi autogol. Oppure...”.

Oppure?

“Eravamo talmente in sintonia, che dopo il mio autogol, Mauro pensò: adesso devo farlo anche io, sennò ci rimane male!”.

Ferroni, quanti dati curiosi: lei è anche ex del Genoa, la rivale della Fiorentina...

“A Genova si sente grande rivalità ma i tifosi sperano ancora di arrivare al quarto posto. La squadra di Gasperini ha fatto benissimo, ha creato problemi a tutte le squadre; lo stesso si può dire della Fiorentina, che ha avuto il merito di risalire nonostante le varie difficoltà incontrate nel corso dell’anno”.

Ancora Genova protagonista: domenica al “Franchi” arriva la Samp, partita dura?

“No, la Sampdoria ha puntato tutto sulla gara di ieri sera ed è andata molto male. Vedo la Fiorentina favorita, hanno la mentalità giusta e difficilmente perderanno punti con i blucerchiati, sicuramente stanchi e provati dopo la delusione della finale di Coppa Italia”.

La stagione di Mutu è finita, qualcuno dice che è meglio così: è d’accordo?

“Non capisco queste affermazioni, non si può essere contenti se un campione della tua squadra rimane infortunato. Mutu è fondamentale per la Fiorentina e nei momenti difficili della squadra si è visto l’importanza di questo calciatore. Per fortuna Prandelli ha Jovetic, un vero talento”.

Ha la sensazione che il gap con le grandissime squadre sia diminuito quest’anno?

“Forse sì, ma ancora c’è tanta strada da fare. Purtroppo, non dipende solo dalla Fiorentina. E’ vero – per arrivare a lottare per il primo posto – servono 2-3 acquisti di ottimo livello, ma serve anche un cambiamento nelle regole perché c’è troppa differenza di guadagni tra una squadra come l’Inter e una come la Fiorentina. Se questo cambierà, piano piano la Fiorentina riuscirà a togliersi la grande soddisfazione di arrivare allo scudetto”.
- articolo letto 286 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale