| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2009-06-16

Confederation Cup: L'Italia tentenna ma poi danza sul morto


Show di baby Rossi
Dopo un inizio stentato gli azzurri hanno superato il primo ostacolo postogli dagli USA. Dopo alcuni minuti di studio reciproco le due squadre cominciano ad affrontarsi a viso aperto. Al 33° minuto si registrava l’immeritata espulsione di Clark per un normale tackle su Gattuso. Era l’episodio che da lì a poco avrebbe indirizzato il match su binari favorevoli agli azzurri, che per l’occasione hanno sfoggiato un maglia celeste con calzoncini marroni, rievocando le divise anni ’30 dell’era Pozzo. Tuttavia la compagine a stelle e strisce reagiva prontamente alla menomazione inflittagli dall’arbitro, e si guadagnavano un rigore per fallo di Chiellini su Altidore.
Capitan Donovan non falliva l’appuntamento dal dischetto, portando clamorosamente in vantaggio i suoi. Sia andava negli spogliatoi con gli azzurri sotto di 1 gol in superiorità numerica. Ma nella ripresa si raccoglieranno i frutti di tale vantaggio numerico, dapprima con un eurogol da fuori area di G.Rossi (subentrato ad uno spento Gattuso), poi con un favoloso raddoppio, sempre da fuori di De Rossi, che si prendeva una sorta di rivincita personale dopo l’espulsione rimediata agli ultimi Mondiali. Nel recupero ancora Rossi (3 gol in maglia azzurra) concludeva in bellezza un assolo di un Pirlo inspirato.
Un esordio migliore non lo si poteva augurare, anche se la gloriosa prestazione dei nostri va commisurata al fatto di aver giocato in 11 contro 10 per 2 terzi del match. E poi c’è molto da lavorare in chiave iridata, a partire dal centrocampo, che non offre valide alternative a Camoranesi, Gattuso (due giocatori in odore di addio) e tanti altri. Persino la difesa non è parsa impeccabile come suo solito.
Le pagelle dell’ITALIA:
BUFFON 6 E’ POCO IMPEGNATO, MA DA L’IMPRESSIONE DI NON ESSERE PIU’ LA SICUREZZA DI UN TEMPO. VALIDO SOSTITUTO CERCASI
GROSSO 6,5 MOLTO GENEROSO IN PROIEZIONE OFFENSIVA, NON ALTRETTANTO NEL SUO REPARTO DI COMPETENZA, LA DIFESA
CHIELLINI 6 FALLO DA RIGORE E QUALCHE SBAVATURA. STRAPPA COMUNQUE LA SUFFICIENZA
ZAMBROTTA 6 UNA SERATA ORDINARIA, NON TRASCENDENTALE.
GATTUSO 5 SEMPLICEMENTE NON PERVENUTO. IL SUO UNICO MERITO? L’ESSERSI GUADAGNATO L’ESPULSIONE CHE HA DECISO IL MATCH
(MONTOLIVO 5 NON E’ DA “AZZURRA”. LIPPI LO AVRA’ CAPITO?)
CAMORANESI 4,5 E’ BIZZARRO CHE IL “CAMO” ABBIA UN POSTO GARANTITO IN AZZURRO MENTRE DEL PIERO E CASSANO NON OTTENGONO LA MAGLIA MANCO A FURIA DI SALTI MORTALI CARPIATI
(G.ROSSI 8.5 ENTRA E FA 2 GOL DA FUORICLASSE. SERVE ALTRO?)
DE ROSSI 6,5 GRAN GOL MA POCA INCISIVITA’ ALLA MANOVRA. AI MONDIALI I SUI COLPI ISOLATI NN BASTERANNO, OCCORRE CONTINUITA’ NELL’ARCO DEI 90 MINUTI
PIRLO 6,5 TANTI ERRORI E’ VERO, MA ANCHE UN PAIO DI GIOCATE O PIU’ SOPRAFFINI. ALLA DEL PIERO L’ASSIST A ROSSI PER IL 3-1
IAQUINTA 5 DA SECONDA PUNTA SI CONFERMA UN DISASTRO
GILARDINO 5 OPACO
(TONI 5 SPRECONE)
USA (4-4-2): Howard; Spector, DeMerit, Onyewu, Bornstein (dal 41’ s.t. Kljestan); Feilhaber (dal 28’ s.t. Beasley), Bradley, Clark, Dempsey; Donovan, Altidore (dal 21’ s.t. Davies). (Robles, Guzan, Bocanegra, Casey, Pearce, Winne, Califf, Kljestan, Adu, Torres). All. Bradley.
ITALIA (4-3-3): Buffon; Zambrotta, Legrottaglie, Chiellini, Grosso; Gattuso (dal 12’ s.t. Rossi), De Rossi, Pirlo; Camoranesi (dal 12’ s.t. Montolivo), Gilardino (dal 23’ s.t. Toni), Iaquinta. (Amelia, De Sanctis, Santon, Cannavaro, Gamberini, Dossena, Palombo, Pepe, Quagliarella). All. Lippi.
ARBITRO: Pozo (Cile).
NOTE: espulso Clark al 33’ per gioco scorretto; ammoniti Legrottaglie, Bornstein, Grosso. Recupero: 2’ p.t, 4’ s.t..
- articolo letto 180 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale