Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2009-09-29

Il fiore tra le pietre: Adailton


Le cose migliori arrivano veramente quando meno te le aspetti. E’ sempre così: lo è nella vita e lo è nel calcio, parte integrante della nostra vita. E’ come quando meno te lo aspetti, un bel giorno da un gesto insignificante nasce una cosa imprevista che ti scombina l'esistenza, come una vincita al superenalotto quando è la prima volta che giochi, o nasce l’amore quando non te lo aspetti, come un fiore (Adailton in questo caso) che a dispetto di tutto nasce in mezzo alle pietre, senza che nessuno lo abbia coltivato, e quando pensi che la vita non ti avrebbe sopreso più (ancora Adailton), è la volta che lo fa. Sto diventando un po’ troppo poetica adesso, ma in questi giorni mi sentivo di “saltare” volentieri dalla vittoria sul Livorno alla partita del centenario. E non lo dico solo adesso, no, ho le prove, l’ho pubblicata su facebook domenica mattina questa mia dichiarazione! Quando giochi con i più forti da sempre non ci speri più.
Troppe volte è andata male mentre fosse stato un incontro di boxe, ai punti avresti vinto tu. E allora è come in amore, ti passa la voglia di soffrire, e se rinunci a soffrire poi rinunci anche a gioire, ma tanto lo sappiamo che con la Vecchia Signora di gioie ne abbiamo avute ben poche, quindi lasciamo stare le illusioni, facciamo che nel nostro campionato le partite siano 36 e non 38, ci vuole poi poco! Così, per non farmi venire l’ulcera, colgo al volo un’occasione di apprendimento mista a svago che sembra arrivata proprio per distrarmi da questo impegno: l’appuntamento è per domenica alle 15. Che io rinunci alla partita per qualcos’altro non succede mai, intorno a me si vocifera che abbia preso un colpo di sole, o peggio, una pietra in testa. Meno male, posso sempre contare su chi mi tiene informata, solo che non posso leggere i messaggi continuamente, e quando posso ne vedo ben SETTE tutti in una volta. Non so se cominciare dall’ultimo o dal primo….vabbè, mi tremano le mani e comincio dal primo…alla fine conta il risultato che purtroppo è 1-0 per la "Vecchia Signora". Ma c’è di peggio oltre al risultato: c’è una sostituzione che neanche nei miei incubi peggiori vorrei mai vedere. Ho paura sia uno scherzo, chiamo il mio cronista personale….no no, la voce non mente, è arrabbiato come solo io posso fare per il Bologna, quindi questa è l’amara verità. Ritorno ai miei impegni, ero venuta qui per rilassarmi, ci provo, ad un certo punto mi lascio trasportare dalla musica per sentire le emozioni che mi manda il cuore, e il cuore mi manda l’immagine di Martins Adailton, quello che non si lamenta mai, quello che a detta di tutti gli allenatori in allenamento è sempre al top, quello che ha la faccia simpatica e che si vede che ci rimane male a non riuscire a tirare fuori quello che ha dentro. Poi mi arriva una netta sensazione di benessere, di allegria….vuoi mai dire che proprio in quel momento Martins ha fatto una cosa alla quale forse non credeva neanche lui?
Tra quelle pietre dove non ti aspetti che possa nascere un fiore, è sbocciato! E’ arrivato il gol del pareggio, quando ormai nessuno, ma proprio nessuno ci credeva più. Quando ho visto che c’erano altri 2 sms non ci credevo neanche io, non volevo leggerli, poi non ci credevo e ho chiamato, la voce non mente, il gol era arrivato davvero. Così stamattina, uscendo di casa, il solito vicino di casa juventino che trovo a lavare la macchina ogni lunedì mattina che sembra mi aspetti al varco per dirmi che loro hanno una grande juve, non aveva niente da dirmi, e salutarlo con la mia faccia da schiaffi e dirgli: “buona giornata”…ma si dai, sono soddisfazioni!
- articolo letto 215 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale