| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2009-11-15

ITALIA-OLANDA: IL PUNTO


Ieri sera allo stadio Adriatico di Pescara, alla presenza di 15000 anime, si è consumato un match a dir poco scialbo, che ha riprodotto pienamente il carattere delle ultime amichevoli azzurre povere di contenuti come avviene da diversi anni a questa parte, da quando i match non ufficiali vengono visti come una incombenza invece che interpretati come degli impegni da onorare, come era ovvio un tempo. Così le due compagini che si sono sfidate (eufemismo…) hanno riprodotto un gioco soporifero, quasi seccante a vedersi, ed il match è stato lungi dal fornire preziose indicazioni in chiave Mondiale ad entrambi i Ct, Lippi da una parte e van Marwijk dall’altra. Ciò è dipeso altresì dalle innumerevoli assenze accusate da entrambi i fronti, fra cui defaillance croniche come Del Piero e Cassano in casa nostrana. Guarda caso lo stesso match, della stessa natura (amichevole) nel 2005, con Alex in campo sin dal principio, fu scoppiettante, paragonabile ad una Finale che ad un incontro senza nulla in palio: all’epoca vincemmo 4-1 (in trasferta), e facemmo tremare il Mondo. Adesso a tremare è la compagine azzurra, che persiste nell’evidenziare un gioco “scollegato” da grandi ambizioni da poter coltivare nel breve termine, cosicchè il titolo iridato di Berlino 2006 appare sempre più lontano, reso sfocato dalle prestazioni sfoderate nell’ultimo biennio. Ieri l’unico che ha stupito per impegno e qualità esibita in campo è stato il redivivo Mauro German Camoranesi, guarda caso proprio l’unico a non essere puramente italiano...Il resto nisba, troppo concentrato a… risparmiare energie in vista della ripresa delle ostilità in serie A. Per assistere alla prima palla-gol azzurra abbiamo dovuto attendere mestamente il 40°, con Palladino, servito da un corner di Pirlo (un altro salvatosi dalla mediocrità), che di destro sparava sopra la traversa da posizione ravvicinata, sprecando letteralmente l’1-0. Poi un’altra emozione arriverà all’82°, con Pazzini che metteva in rete di mano: su segnalazione della stessa Nazionale lippiana l’arbitro annullava. Fra coloro che escono promossi dalla sfida d’Abruzzo vi è stato l’esordiente (come Biondini, difensore Cagliari) Candreva, centrocampista del Livorno di Serse Cosmi. Alla fine il momento più emozionante della partita è stato un fuori programma nel primo tempo, quando un simpatizzante di Cassano ha invaso pacificamente il terreno di gioco con addosso una maglia col marchio di Superman su cui campeggiava la scritta "Cassano in nazionale", scaturendo l’ilarità generale. Tornando al match, Lippi ha schierato in campo il solito collaudato 4-3-3 che all’occorrenza si trasformava spesso in 4-4-2, anche se gli attaccanti di turno (Gilardino in primis) sono rimasti pressoché isolati. I difensori che avrebbero dovuto fungere da fluidificanti, Grosso e Zambrotta, non si sono resi protagonisti delle proverbiali sgroppate sulle fasce; e per finire la disquisizione tattica ricordiamo il “nuovo” Pirlo, sempre più in versione offensiva…Ecco le pagelle, per sintetizzare il gioco espresso dai nostri: Buffon 6, Zambrotta 6, Cannavaro 6, Chiellini 6, Grosso 6 (35' st Criscito sv), Pirlo 6, Palombo 5,5 (26' Biondini sv), Candreva 6 (31' st Montolivo sv), Camoranesi 6.5 (42' st Marchionni sv), Gilardino 5.5 (31' st Pazzini sv), Palladino 6 (11' st Rossi s.v.) (12 Marchetti, 13 Maggio, 14 Cassani, 15 Legrottaglie, 16 Bocchetti, 21 Galloppa, 23 Di Natale, 25 De Sanctis). Ricordiamo che prima del match la Nazionale ha visitato alcuni dei luoghi più martoriati dal terremoto dello scorso aprile (L’Aquila), mostrando tutta la loro sensibilità verso la popolazione che ancora porta i segni indelebili (fisici e morali) del terribile sisma, in un posto dove la terra continua a tremare: della serie “Quando il calcio si coniuga con la solidarietà umana”. Prossimo impegno azzurro mercoledì prossimo al cospetto della Svezia, ancora fra le mura amiche.
- articolo letto 118 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale