| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2009-12-31

Storia delle Olimpiadi Invernali: da Salt Lake City a Torino


SALT LAKE CITY (USA)2002
La Norvegia torna a dettar legge mentre gli azzurri risalgono la china: ottengono 4 Ori con Stefania Belmondo (Sci nordico), Armin Zoeggeler (Slittino), Daniela Ceccarelli (Sci alpino) e Gabriella Paruzzi (Sci nordico); 4 argenti con Isolde Kostner (Sci alpino), Fabio Maj, Giorgio Di Centa, Pietro Piller Cottrer, Cristian Zorzi (Sci nordico), Michele Antonioli, Maurizio Carnino, Fabio Carta, Nicola Franceschina, Nicola Rodigari (Short track) e Stefania Belmondo (Sci nordico); 5 bronzi con Lidia Trettel (Snowboard), Karen Putzer (Sci alpino), Barbara Fusar Poli, Maurizio Margaglio (Pattinaggio su ghiaccio), Cristian Zorzi (Sci nordico), Stefania Belmondo (Sci nordico). Ole Einar Bjørndalen (Norvegia, biathlon) domina le gare maschile vincendo tutte e quattro le medaglie d'oro in palio; Janica Kostelic (Croazia, sci alpino) vince tre ori e un argento.

TORINO 2006
Precedentemente Torino altre due città italiane erano state sedi di manifestazioni olimpiche: Cortina d'Ampezzo nel 1956 con i VII Giochi olimpici invernali e Roma nel 1960 con i Giochi della XVII Olimpiade. Un record di 80 Comitati Olimpici Nazionali hanno partecipato ai XX Giochi olimpici invernali; a Salt Lake City 2002 avevano preso parte alle gare 77 paesi. All'apertura dei Giochi risultavano iscritti 2633 atleti. La Germania rivincerà il medagliere con 2 lunghezze sugli USA. Ahn Hyun-Soo (Corea del Sud, short track) con tre ori e un bronzo sarà il pattinatore più medagliato nelle gare maschili. Kjetil André Aamodt (Norvegia, sci alpino) si laurea campione olimpico in supergigante, ottenendo il quarto oro olimpico della sua carriera dopo Albertville 1992 in supergigante e Salt Lake City 2002 in supergigante e in combinata, impresa mai riuscita nella storia dei giochi invernali. Jin Sun-Yu (Corea del Sud, short track) con tre ori è la pattinatrice più medagliata dello short track femminile. Ecco l’elenco completo dei nostri allori, dove spicca Fabris, emblema di una stupefacente Italia:
ORO 5: Armin Zoeggeler (Slittino)
Fulvio Valbusa, Giorgio Di Centa, Pietro Piller Cottrer, Cristian Zorzi (Sci nordico)
Giorgio Di Centa (Sci nordico)
Matteo Anesi, Enrico Fabris, Ippolito Sanfratello, Stefano Donagrandi (Pattinaggio)
Enrico Fabris (Pattinaggio)
BRONZO 6:
Enrico Fabris (Pattinaggio)
Pietro Piller Cottrer (Sci nordico)
Arianna Follis, Gabriella Paruzzi, Antonella Confortola, Sabina Valbusa (Sci nordico)
Gerhard Plankensteiner, Oswald Haselrieder (Slittino)
Gerda Weissensteiner, Jennifer Isacco (Bob)
Marta Capurso, Mara Zini, Katia, Zini, Arianna Fontana, Cecilia Maffei (Short track)
- articolo letto 540 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale