Area Tecnica Calcio
Tattica Calcio
Tutto Fantacalcio
 
| Home |  Serie A  | Serie BCalciomercato Curiosità  |  Nazionale Storie dei Campioni | Formazioni | Archivio News |      
2010-02-14

Ciclismo, la Milano-Sanremo edizione per edizione: dal 1917 al 1921


1917
In piena Guerra si disputa, dopo un anno in standby, la Sanremo torna ad infiammare i cuori di corridori ed appassionati. Tano Belloni si proietta con la sua caratteristica criniera leonina contro le raffiche di vento e pioggia e nonostante un paio di forature arriva a Sanremo da trionfatore. Dopo una dozzina di minuti arriva Girardengo. Quando arrivano gli ultimi, più di quattordici ore dopo la partenza, è gia notte fonda.
1918
Il numero dei partenti è assai ristretto, solo 33 (molto meno della metà degli iscritti), a causa anche delle rinunce dell'ultima ora per il tempo pessimo. A Tortona si contano solamente cinque superstiti, vale a dire: Belloni, Girardengo, Sivocci, Corlaita e Vertemati. Vincerà con la solita impresa solitaria il primo campionissimo Costante Girardengo. E anche quest'anno, quando l'ultimo taglia il traguardo sono quasi le dieci di sera.
1919
Dopo una fuga solitaria di oltre 50 km vincerà Angelo Gremo. Da segnalare la presenza al seguito di una trentina di autovetture tra ufficiali e abusive, un piccolo record se si pensa che le ristrettezze economiche della guerra si facevano ancora sentire.
1920
Il successo andrà allo sprint a G.Belloni su un certo Girardengo. Gaetano Belloni, classe 1892, è stato sicuramente uno dei più grandi corridori del ciclismo degli anni venti. Lo avevano definito "l'eterno secondo" e tuttora si rievoca il suo nome, o più familiarmente "Tano", quando un corridore colleziona un gran numero di secondi posti. In realtà, Belloni era un "eterno secondo" che vinceva fior di corse, nonostante avesse in Girardengo un avversario implacabile e difficilmente battibile negli arrivi in volata.
1921
Gli ultimi chilometri non hanno storia e nella volata finale Girardengo, come da scontato pronostico, stacca di una decina di metri il bravo Brunero. Astuto, veloce, buon passista ed egregio scalatore, Costante Girardengo seppe cogliere oltre cento successi sui viali di una carriera infinita lunga ben 24 anni. La sua notorietà raggiunse livelli di vera eccezionalità per gli echi dei non certo tanti media del suo tempo. Fra le sue vittorie spiccano 2 Giri d’Italia e proprio la Milano Sanremo, vinta 6 volte.
- articolo letto 101 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale