| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2010-02-26

Ciclismo giro di Sardegna: che brivido per Petacchi!


Esito imprevisto della 4a tappa del Giro di Sardegna, 181 chilometri da Carbonia-Iglesias. Tutti gli occhi erano puntati su Alessandro Petacchi (a caccia del 168° successo), ma il jet si è schiantato contro uno spettatore maldestro che si era sporto dalle transenne, poco prima dello sprint finale, poi vinto dal traghettatore dello stesso “Peta”, il tedesco Danilo Hondo. Per fortuna per lo spezzino non pare trattarsi di nulla di preoccupante, a parte qualche contusione ed un bello spavento, per un corridore sin troppo bersagliato dalla iella. "La squadra aveva svolto al meglio il consueto lavoro di preparazione dello sprint e Hondo mi aveva appena lanciato ai 150 metri - ha raccontato Petacchi al termine della gara- Mi sono portato verso le transenne e stavo pedalando a testa bassa quando ho scorto uno spettatore che si sporgeva verso la sede stradale: non ho potuto fare nulla per evitarlo. Nella caduta ho riportato contusioni all'anca destra e al gomito sinistro, oltre a escoriazioni sulla schiena”.
Il ds Fabrizio Bontempi ha così descritto lo sviluppo della tappa e la vittoria di Hondo: "Sei uomini hanno animato la corsa con una fuga, noi abbiamo preso la testa del gruppo a circa 25 km dal traguardo, riuscendo a rientrare sugli attaccanti con i giusti tempi. Con il gruppo di testa ridotto a 70 unità, i meccanismi di preparazione della volata sono stati anche oggi ottimi: prima Mori e Righi hanno tenuta alta l'andatura, poi è entrato in azione il treno con Da Dalto, Bernucci e Hondo, fino alla caduta. Dispiace che Alessandro abbia avuto questo incidente, speriamo che non ci siano brutte sorprese sulle sue condizioni che appaiono nella norma, ma va detto che la vittoria è un bel premio per Hondo. Danilo si sacrifica sempre senza risparmio per Alessandro, rinunciando magari a possibili importanti risultati, e fa piacere che, con Petacchi fuori causa, la vittoria sia andata proprio a lui".
- articolo letto 223 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale