| Calciomercato |  Formazioni ufficiali  | PronosticiCuriosità e statisticheArea TecnicaStorie di CampioniVideo  |  Sport |
 
| Home |  Serie A  | Partite di oggiDiretta delle partite   Risultati liveFantacalcio  |  Probabili formazioniCalcio in tvCalcio News |
2010-05-20

93' Giro D'Italia, 11° tappa Lucera-L'Aquila (264km): una fuga bidone deciderà il giro?


GIChe quello di quest’anno fosse un Giro d’Italia atipico lo si era capito già al momento dell’inaugurazione del tracciato, con quell’altimetria d’altri tempi, che non si vedeva da decenni. Poi la 7^ tappa, con arrivo a Montalcino, aveva ribadito il concetto di Giro d’antan, con i corridori sfigurati dal fango come nell’epoca eroica del pedale.
Ieri, tanto per restare in tema, è andata in porto una maxi "fuga bidone", rivoluzionando contro ogni pronostico, la classifica generale, ponendo nelle retrovie gli uomini favoriti per la Rosa finale e ponendo su un piedistallo gente sconosciuta come l’australiano Porte, nuovo leader della Corsa Rosa. Proprio Porte, assieme ad un’altra trentina di ciclisti, sotto la pioggia incessante (lei motiv di questo Giro), ha animato la corsa andando in fuga sin dalle prime battute della tappa, senza subire alcuna reazione da parte dei big, che alla fine arriveranno attardati di circa 13 minuti. Il successo di tappa è del russo E.
Petrov che ha preceduto quasi allo sprint Cataldo, rappresentante di un’Italia ancora alla ricerca dell’assolo. Terza piazza per Sastre, che diviene praticamente il favorito per il successo finale, sempre se invertirà la sua condizione non proprio sfavillante delle prime giornate. In Classifica l’outsider Porte comanda con 1’42’’ su Arroyo (da tenere d’occhio). Fra i big citiamo Efimkin a circa 5’, Sastre a circa 7’, poi Vinokourov a 9’ 58’’, Evans 11’10’’, Nibali 11’28’’, Basso 11’49’’, Garzelli 12’42’’, Cunego 13’03’’, ecc…Insomma, se il Giro non si vuole sia deciso da una fuga bidone occorre che i big si diano da fare per ammortizzare lo svantaggio accumulato in maniera troppo permissiva. Una permissività che ha scosso la graduatoria come il terremoto che un anno fa colpiva la sede d’arrivo di codesta tappa, L’Aquila, scelta dagli organizzatori proprio per omaggiare una città sin troppo martoriata dalla natura matrigna (come direbbe Leopardi)…Ricordiamo che le tappe non commentate da Calciomagazine. Net, ovvero le due che hanno preceduta questa appena esaminata, hanno registrato i successi rispettivamente di Goss e Farrar, senza scalfire la Generale.
- articolo letto 210 volte

archivio news



Calciomagazine.net© - Edizione Sportiva del Periodico L'Opinionista
n. reg. Trib. Pescara n.08/08 dell'11/04/08. Iscrizione al ROC n°17982 del 17/02/2009 - p.iva 01873660680
tutti i diritti sono riservati - vietata ogni riproduzione anche se parziale