Cassano: “Balotelli bravo ragazzo ma bambino, rispetto per Chiellini”

143

instagram

Le parole di Antonio Cassano nel corso di una diretta Instagram in compagnia dell’ex compagno di Nazionale Vieri.

ROMA – Antonio Cassano è intervenuto nella diretta Instagram di Christian Vieri parlando della polemica tra Balotelli, Chiellini e Felipe Melo. Queste le parole dell’ex giocatore della Roma: “Felipe Melo non lo conosco, non ci ho mai giocato insieme. Balotelli è un bravo ragazzo, ma anche un bambino. L’ho avuto in nazionale, lo conosco superficialmente. Ho un enorme rispetto di Chiellini, è serio ed educato. In campo è da ammazzare perché mena, fuori dal campo è favoloso. Se ha detto certe cose, avrà i suoi motivi. Questa è la sua verità. È uno dei ragazzi più bravi e intelligenti che abbia mai conosciuto”.

Sui presidenti di Serie A ha dichiarato: “Lotito come presidente è il top, è uno che fa filare tutto liscio. Ci si può lamentare sul suo modo di vedere, parlare o pensare il calcio a modo suo, però è veramente bravo. Agnelli? A me la Juve non sta molto simpatica, ma lui parla tre o quattro lingue, ha creato un impero. Ha fatto meglio della ‘triade’, ha fatto meglio del nonno, ha fatto meglio dello zio. Da quando ha preso lui in mano la situazione, la Juve ha vinto tutto e sono sempre in attivo. Ha creato un club che prende sempre i giocatori più forti, tanto di cappello per quello che ha fatto. Ha messo gli uomini giusti al punto giusto, appare poche volte ma dice sempre le cose giuste, ha fatto aumentare il fatturato, ha costruito lo stadio. Ha fatto dei miracoli ed oggi la Juve grazie ad Andrea Agnelli è una delle tre o quattro squadre migliori al mondo”.

Sull’eventuale ripresa ha aggiunto: “Dalle dichiarazioni di Spadafora ho dei dubbi sul fatto che si possa ricominciare, a me sembra una follia pensare di giocare. Ci sono stati altri positivi in Fiorentina e Sampdoria, secondo me chi sta parlando con maggiore cognizione di causa è Malagò. Pensa a tutti gli sport, non va mai oltre, è l’unico che ascolto con piacere. E’ vero che in Germania si ripartirà, ma lì la situazione è diversa”.

Articoli correlati