Florentino Perez alla UEFA: “La Superlega non è un progetto esclusivo”

28

Superlega

Le parole del presidente del Real Madrid Florentino Perez nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni de El Transistor.

MADRID – Florentino Perez, presidente del Real Madrid, ha rilasciata un’intervista ai microfoni di El Transistor tornando a parlare della Superlega. Queste le sue parole: “Non ho più parlato con Ceferin. Ma non è possibile che tutti noi perdiamo soldi e Ceferin ne guadagni. Ci sono persone che hanno privilegi e vogliono mantenerli mentre il calcio muore. Abbiamo detto che doveva esserci chi ha più tifosi. Chi compra i diritti televisivi? Quanti sostenitori hanno Liverpool o Juventus? Ma posso comunque dire che non è un sistema chiuso e che i campionati continueranno a esistere come sempre. Non escludiamo nessuno ma è chiaro che non possono entrare tutti: Roma-Sampdoria ha meno interesse di Manchester-PSG. Abbiamo preso l’audience di tutte le partite di tutti i campionati. Chi comanda qui sono i tifosi. Vediamo che il Manchester ha più tifosi della Roma. Prendiamo quelli con più tifosi al mondo perché sono quelli che la televisione chiederà. “Niente è fallito. Lavoriamo da due anni, dodici squadre, in un format che risollevi la situazione di un calcio che sta perdendo interesse, che sta morendo. I dati d’ascolto calano perché la maggior parte delle partite non riscuotono interesse. Se non c’è pubblico, i diritti audiovisivi scendono”. 

Articoli correlati