La Formula 1 potrebbe partire a luglio con 19 Gran Premi

169

bandiera scacchi

Lo ha affermato Ross Brawn spiegando che la stagione di Formula 1 potrebbe disputarsi interamente a porte chiuse.

LONDRA – La Formula 1, al pari del calcio, sta patendo pesantemente le conseguente legate alla Pandemia da COVID-19. La stagione non è nemmeno cominciata e la sensazione è che questa possa partire solo in estate come affermato da Ross Brawn, queste le sue parole: “La nostra idea è di poter iniziare la stagione in Europa appena la situazione lo consentirà e per sicurezza è possibile che l’evento si tenga a porte chiuse. Potremmo avere un ambiente molto ristretto, in cui i team arrivano nel paese in charter, li canalizziamo nel circuito, ci assicuriamo che tutti siano testati e che non ci siano rischi per nessuno”.

L’ex Ferrari ha, poi, proseguito nel corso di un’intervista a Sky Sports News: “Svolgere una gara senza spettatori non è eccezionale, ma è meglio che non correre affatto. Dobbiamo ricordare che ci sono milioni di persone che seguono lo sport seduti da casa. Molti di loro sono isolati e riuscire a mantenere vivo lo sport, praticare uno sport e intrattenere le persone sarebbe un enorme vantaggio in questa crisi”.

Un ipotetico calendario da 19 gare non sarebbe da scartare: “Se fossimo in grado di iniziare all’inizio di luglio, abbiamo studiato la logistica e potremmo fare una stagione di 19 gare. Sarebbe dura perché significherebbe fare tre gare consecutive, un fine settimana libero, altri tre weekend di gara e un fine settimana libero. Il minimo di gare da disputare per ritenere valido un campionato del mondo secondo gli Statuti della FIA è di 8 gare, un numero raggiungibile se la stagione parte entro ottobre”. E infine:Potremmo organizzare alcune gare di due giorni per soddisfare le esigenze logistiche”.

Articoli correlati