Gubbio-Parma 1-4, il tabellino: torna a correre la squadra di D’Aversa

397

Lega Pro, Gubbio-Parma risultato e tabellino della partita

Lega Pro per Unicef
Lega Pro, Gubbio-Parma risultato e tabellino della partita

 

RISULTATO FINALE: GUBBIO–PARMA 1-4

TABELLINO:

GUBBIO (4-3-1-2): Volpe; Marini, Piccinni, Rinaldi, Petti; Romano, Croce, Valagussa (32′ st Ferri Marin); Casiraghi; Ferretti, Candellone. A disposizione: Zandrini, Marghi, Kalombo, Stefanelli, Bergamini, Conti, Costantino, Tavernelli, Ferri Marini. Allenatore: Magi.

PARMA (4-3-3): Bassi; Iacoponi, Di Cesare, Lucarelli (45′ st Saporetti), Scaglia; Giorgino (10′ pt Corapi), Scozzarella, Scavone; Nocciolini (32′ st Nunzella), Calaiò, Baraye. A disposizione: Fall, Fallou, Mazzocchi, Nunzella, Ricci, Coly, Simonetti, Edera, Sinigaglia, Messina. Allenatore: D’Aversa.

Arbitro: Pagliardini di Arezzo

Reti: pt 18′ Calaiò, 25′ Nocciolini, 43′ Piccinni aut.; st 24′ Ferretti, 40′ Iacoponi

Ammoniti: Scaglia, Romano e Scozzarella per gioco falloso

Recupero: 2 minuti nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa

Gubbio-Parma la sintesi

Torna al successo il Parma che vince 4-1 a Gubbio realizzando due gol in meno di 10 minuti grazie a Calaiò e Nocciolini. Prima della fine del tempo diventa più ampio il vantaggio della squadra ospite grazie a un autogol di Piccini. Nella ripresa c’è spazio per il gol della bandiera di Ferretti e il per la rete del 41 siglata da Iacoponi.

Con questo successo la squadra crociata balza in terza posizione con un 60 punti a 8 lunghezze dalla capolista Venezia e a due lunghezze dal Padova oggi vincente. Al termine dell’incontro il tecnico Roberto d’Aversa ha sottolineato l’importanza di ripartire con successo e con una buona prestazione dove si sono sfruttate le occasioni gol al meglio:

“Nel primo tempo penso che abbiamo fatto vedere ottime cose dal punto di vista della manovra. In Lega Pro i valori vengono fuori se si pareggia la grinta e la determinazione dell’avversario. Ovviamente, poi, le marcature preventive e il tasso tecnico possono sbilanciare la gara. Tutte le partite sono difficili. Lo abbiamo capito con Mantova e Forlì. Oggi i meriti sono della squadra. I ragazzi hanno fatto una prova importante. Siamo stati bravi a non farli ripartire nonostante la voglia di riscattare la pesante battuta d’arresto dello scorso weekend”.