Italia, Jorginho: “Nel 2017 mi aveva cercato anche il Brasile”

26

parete italia logo

Le parole del centrocampista della Nazionale di Mancini nel corso di un’intervista rilasciata all’emittente brasiliana SportTv.

ROMA – Jorginho ha rilasciato un’interessante intervista all’emittente brasiliana SportTv. Queste le sue parole: “Ho anche giocato nell’U21 per l’Italia. Non appena mi è arrivata la chiamata, ho accettato subito. Onestamente vedevo la nazionale brasiliana come qualcosa di lontano. Sono cresciuto in Italia e l’Italia mi ha aperto delle porte. Insomma, onestamente non ci ho pensato due volte. Dopo l’Under 21, avevo giocato con la Nazionale maggiore azzurra solo amichevoli. A novembre 2017 arrivò la convocazione per lo ‘spareggio’ mondiale con la Svezia ma in quel periodo mi aveva cercato anche il Brasile. Edu Gaspar, ex coordinatore della nazionale verdeoro, mi aveva detto: ‘Jorge, stiamo pensando di chiamarti, ma non posso garantire nulla. So che è difficile, parla con la tua famiglia’. E tutto si è complicato. Era il mio sogno d’infanzia giocare col Brasile. Ma sentivo che l’Italia aveva bisogno di aiuto, si giocava quella partita fondamentale con la Svezia. E quando ho avuto bisogno di aiuto, l’Italia mi ha aiutato, mi ha abbracciato e mi ha aperto le porte. Non mi sentivo a mio agio a voltarle le spalle. Il mio cuore ha detto ‘No, l’Italia ha bisogno di te’. Quindi ho fatto quella scelta e sinceramente ne sono molto contento”.

Articoli correlati