Juventus, la prima intervista da bianconero di Angel Di Maria

24

logo juventus

“Credo che la motivazione che mi ha spinto a venire qui sia quella di provare a vincere di nuovo tutto con la Juve”

TORINO – Prima intervista da giocatore della Juventus, rilasciata ai canali ufficiali della società bianconera, per Angel Di Maria, che proprio ieri ha firmato il contratto che lo legherà per un anno al club. Vediamo cosa ha detto. “Innanzitutto grazie per il benvenuto!”, sono state le prime parole dell’esterno argentino- “Ê una nuova tappa per me e sono molto molto felice. Dal momento in cui ho detto sì, l’ho visto fin dal primo giorno, tutte le persone sono diventate come una famiglia che si prende sempre cura di te. E la verità é che questo mi rende molto, molto felice.

Sono stato nelle migliori squadre di ogni Paese, mi mancava solo l’Italia e la squadra migliore in Italia é la Juventus. É il Club più grande ed ero molto desideroso di venire. So che l’anno scorso la Juve non é riuscita a vincere né lo Scudetto né la Coppa Italia. Credo che la motivazione che mi ha spinto a venire qui sia quella di provare a vincere di nuovo tutto con la Juve ed é anche per questo che ho accettato. Mettermi alla prova é il mio obiettivo. Essere in grado di superare ogni anno i miei limiti, di migliorare. E poi penso che venire qui significhi continuare a provarci: a fare assist, a segnare gol, a vincere titoli. Ê una delle cose che cerco di poter fare ogni anno. Poter vincere il maggior numero possibile di titoli nel luogo in cui mi trovo. Venire in un grande club come la Juventus ti dà la possibilità dei vincere titoli. Spero di poter fare tutti questo. Ho scelto la maglia numero 22 perché l’ho già indossata a Madrid. Mi ha ricordato la vittoria della Champions League per la quale la Juve lotta sempre. Siccome il numero 22 era libero, volevo averlo di nuovo. E poi il 22 é anche il numero in cui é nata la mia figlia maggiore. Quindi, in generale, é un numero importante. Creodoche l’unica cosa che posso promettere ai tifosi sono l’impegno, il sacrificio e la mentalità vincente, la voglia di vincere e portare a casa il numero più alto di titoli possibile. E che darò sempre tutto in campo, come ho sempre fatto: questo non mancherà mai. E spero che possiamo vincere tutto”.