Livorno: che fatica andare in gol

logo-livornoIl Livorno non riesce più a segnare. É questo l’effetto collaterale dell’esonero di Gautieri avvenuto ad inizio 2015, dato preoccupante in ottica promozione.

NUMERI CHE MENTONO – A prima vista la crisi da gol del Livorno non dovrebbe esserci. Il numero di reti nelle stesse giornate del girone di andata e ritorno di Gautieri e della doppia gestione Gelain-Panucci sono identici: 17 in 11 gare. Eppure, qualcosa che non va c’è. Il Livorno nel girone di andata rimase a secco solo due volte nei primi 11 match (con Bari e Spezia), e quattro in totale (anche Lanciano e Perugia frenarono i Gautieri boys). Quello attuale, invece, nelle stesse gare non ha segnato già in 5 circostanze.

NUMERI PERDENTI – La cessione di Cutolo e il passaggio alla difesa a tre hanno finito per disintegrare le certezze della squadra. I terzini ora spingono molto meno e i palloni che arrivano ai due “superstiti” Vantaggiato e Siligardi sono sempre meno. Spinelli ha voluto l’esonero di Gautieri per poter tornare alla difesa a tre e salvaguardare giocatori come Emerson, a disagio nella retroguardia a quattro. La coperta del Livorno si è, però, rivelata più corta di quanto si immaginava. L’attacco, infatti, ora non segna più, ma, la difesa continua a subire, anzi, prende più gol che in passato. Con Gautieri 7 reti in 11 match, con Gelain e Panucci 15 gol incassati.

continua