Napoli-Cesena 3-2: l’analisi del match

logo-napoliNAPOLI – Continua la rincorsa europea, il Napoli insegue la Champions League e non fallisce l’appuntamento del San Paolo contro il Cesena. Qualche patema di troppo per gli azzurri di Rafael Benitez, come spesso è successo in questa lunga e travagliata stagione per la formazione partenopea. Prima lo sconforto, poi la gioia questa sera a Fuorigrotta. L’iniziale vantaggio romagnolo di Defrel aveva gettato il pubblico azzurro nell’angoscia, a pochi giorni dalla clamorosa eliminazione in Europa League ad opera del Dnipro. Sono bastati pochi minuti, però, per trasformare i fischi e i cori contro Aurelio De Laurentiis in applausi per i ragazzi in campo: prima Dries Mertens, poi Manolo Gabbiadini hanno ribaltato la situazione facendo scoppiare la torcida azzurra. Poi, il classico giro sulla giostra azzurra: il 2-2 di Defrel ha permesso a Mimmo Di Carlo di rientrare negli spogliatoi con un buon risultato in tasca, prima della ripresa che ha visto un vero e proprio dominio azzurro.

Fabio Pecchia in panchina, vice di Benitez che ha sostituito lo spagnolo squalificato in seguito alla squalifica legata alla contestata frase sul calcio italiano nel post-gara di Parma, ha saputo gestire nel migliore dei modi la situazione riuscendo a bloccare il risultato una volta guadagnato il 3-2. Le amnesie difensive continuano a preoccupare lo staff tecnico azzurro in vista della fine della stagione, che vedrà il Napoli a Torino contro la Juventus prima e ospitare la Lazio poi. Le recenti delusioni e i dubbi legati al futuro di allenatore e staff tecnico, almeno per una sera, sono stati accantonati dopo aver messo in cassaforte i tre punti: il San Paolo ha inneggiato gli azzurri e sostenuto il Napoli fino al triplice fischio finale. “A Torino vogliamo undici leoni”, hanno intonato i supporter della Curva A per continuare a inseguire la zona Champions. La classifica recita: Roma 67, Lazio 66, Napoli 63. Con altre due vittorie – in virtù dello scontro diretto nell’ultimo turno con la Lazio e del successo maturato nel match d’andata – il Napoli sarebbe sicuramente in Champions. Gli azzurri hanno ancora il destino nelle proprie mani, il playoff della massima rassegna europea può essere l’ultimo regalo di Benitez.

[Marco Frattino – Fonte: www.tuttonapoli.net]