Revival Iridato: le squadre che hanno fatto epoca (1^ puntata)

ITALIA 1938
Iniziamo questa rassegna di Nazionali che oltre a vincere il Mondiale hanno segnato un’epoca per la loro eccellenza od originalità con l’Italia 1938. Erano gli azzurri di Vittorio Pozzo, reduci in buona parte, CT compreso, dall’overdose di popolarità acquisita sin dal 1934, quando nell’Italia Fascistizzata i nostri si laurearono Campioni del Mondo, per poi ripetersi alle Olimpiadi di Berlino 1936.

L’Italia del ’38 è stata di sicuro la più forte Nazionale italiana di sempre, forse la più grande del Pianeta dopo il Brasile di Pelè e l’Ungheria di Puskas. Poteva vantare in rosa gente del calibro di Rava, celebre difensore della Juventus, Meazza, il centravanti azzurro più completo di sempre, bandiera dell’Inter (con la quale segnò 282 gol!), Piola, che detiene sinora il record di gol nel Campionato italiano, e Colaussi , un’ala semplicemente eccezionale.

Fu una Nazionale terrificante, dotata di ogni pregio che le poteva consentire di sbaragliare la concorrenza. Era fortissima tecnicamente sì, ma forse era la tenuta atletica che più di ogni altra cosa fece la differenza, rendendola pressoché imbattibile. In quel Mondiale del ’38 stupì il Pianeta, avendo surclassato persino il Brasile di Leonidas (però lasciato a riposare contro gli azzurri…). Il cammino trionfale principiò agli Ottavi di Finale , quando, pur senza strafare, batterono la Norvegia 2-1: gol iniziale di Ferraris, poi all’83° il pareggio avversario ed infine, al 94°, il 2-1 risolutivo di Piola. Ai quarti di finale gli azzurri si sbarazzano della Francia con rete di Colaussi e doppio Piola.

In semifinale verrà surclassato persino il favoritissimo Brasile, 2-1 con gol del solito Colaussi e di Meazza. L’apoteosi sarà raggiunta nella Finalissima contro l’Ungheria, matata 4-2 con reti del solito Colaussi e Piola, entrambi due volte a segno.La Nazionale italiana è stata la migliore interprete del Metodo, la tattica in voga all’epoca.

Ma ecco la formazione che ci regalò il 2° titolo:

Olivieri – Foni, Rava – Serantoni, Andreolo, Locatelli – Biavati,Meazza (c), Piola, Ferrari, Colaussi

CONDIVIDI