L’ex portiere Turci: “Samp-Udinese é una partita aperta a qualsiasi risultato”

578

GENOVA – In vista della sfida di giovedì prossimo tra Sampdoria e Udinese, Sampdorianews.net ha intervistato in esclusiva Luigi Turci, in passato portiere di entrambe le formazioni e attualmente allenatore dei portieri della Cremonese.

Il grande ex delle due squadre ha dichiarato che secondo lui ci sono stati due momenti salienti nella stagione della Sampdoria fino a questo momento. Uno coincide con l’interruzione dalla partita a Roma (era la terza giornata di campionato e l’incontro venne sospeso per oltre un’ora a causa di un nubifragio che si era abbattuto sulla Capitale, ndr) quando gli uomini di Giampaolo si trovavano in vantaggio; alla ripresa del gioco la squadra fu completamente diversa e da lì iniziò una serie negativa che arrivò a mettere in discussione il tecnico. L’altro é la vittoria nel derby, da cui è partita, sconfitta a opera della Juve a parte, la serie positiva con cinque vittorie e due pareggi su sette partite tra campionato e Coppa Italia.

D’obbligo un giudizio su Viviano e Puggioni. Turci ritiene che il primo sia un portiere di grande personalità e in grado di garantire quantità e qualità, ma ha voluto fare i complimenti a Puggioni per essersi dimostrato addirittura più funzionale al gioco di Giampaolo e per essere sempre in grado di aggredire gli spazi. A suo parere, col Chievo lo ha tradito soltanto l’emozione dell’ex.

Parlando di Samp- Udinese, l’ex portiere ha affermato di prevedere una sfida tra due squadre propositive, con una propria identità e simili sia per filosofia di gioco dei due allenatori, entrambi competenti, chiari nonché autorevoli, sia per la tendenza a schierare giovani. Si aspetta una Sampdoria struttutata con la difesa alta, con Schick come trequartista dietro a Muriel e Quagliarella, oppure in sostituzione di quest’ultimo. Un pronostico? “E’la classica partita da tripla”, la risposta di Turci.