Val d’Isere, gigante maschile: le parole degli azzurri alla vigilia

28
De Aliprandini Luca Soelden 23-10-2022 – Foto FISI

De Aliprandini: “Voglio fare una bella gara ed entrare nei primi cinque”. Maurberger: “Siamo carichi per il gigante di domani”

VAL D’ISERE – E’ tutto pronto sulla “Face de Bellevarde” nel giorno della vigilia della tappa di Coppa del mondo in Val d’Isère, dove sabato 10 e domenica 11 dicembre andranno in scena un gigante e uno slalom maschili (ore 09.30 e 12.30), è stata la neve a farla da padrona, con una copiosa nevi. Sono dieci gli italiani, convocati dal direttore tecnico Massimo Carca, che saranno protagonisti sulla pista transalpina: Luca De Aliprandini, Giovanni Borsotti, Simon Maurberger, Tobias Kastlunger, Riccardo Tonetti, Filippo Della Vite, Hannes Zingerle (questi i protagonisti del gigante), Stefano Gross, Tommaso Sala, Alex Vinatzer.

Le parole di alcuni dei protagonisti

Luca De Aliprandini:Il primo gigante di Soelden non è andato molto bene per me, ma la sciata c’era quindi sono tranquillo. Voglio ripartire bene. Sono dieci giorni importanti con anche le due gare in Badia. Mi sento bene, sono anche stato in Colorado ad allenarmi e in Alta Badia, dove ho trovato un buon feeling. L’obiettivo è tornare subito nei top sette: voglio fare una bella gara ed entrare nei primi cinque”.

Alex Vinatzer: “L’allenamento fino adesso è stato regolare e buono e anche il feeling con i materiali è stato gradualmente sempre meglio. Sono veramente curioso di vedere cosa porterà il primo slalom, soprattutto per il confronto con gli altri, poi si vedrà. La gara è sempre gara, ho avuto dei buoni riscontri fino adesso. Ci stiamo trovando molto bene anche col nuovo allenatore Deldio; insomma, tante cose nuove speriamo che tutto ciò porti ad un risultato positivo”.

Stefano Gross:Una pista abbastanza adatta alle mie caratteristiche, preparata come sempre in maniera ottimale. Speriamo che anche quest’anno, vista l’abbondante nevicata, riescano a pulirla al meglio e cercheremo di tirare fuori una bella gara. Ci son stati parecchi anni con questa neve, non penso ci saranno grandi problemi”.

Tommaso Sala: “Mi sento bene, pronto per iniziare la stagione di Coppa del mondo con il primo slalom. Qua in Val d’Isère è una pista che mi piace molto, so che la neve è barrata e, anche se ha nevicato, so che faranno un gran lavoro: sia io che la squadra siamo pronti. E’ la prima volta per me che parto con un pettorale tra l’8 e il 15, è un buon punto di partenza e speriamo di trovare un buon risultato”.

Simon Maurberger: “Siamo carichi per il gigante di domani. Al nostro arrivo il fondo della pista era bello lucido, perciò la pista penso sia in uno stato molto buono. Qui sono abbastanza bravi a pulirla nonostante la nevicata, quindi sicuramente sarà una bellissima gara. Secondo me il fondo terrà sino alla fine, perciò se si riuscirà a fare una buona performance si potrà tornare a casa con un bel risultato”.