VNL Maschile, Italia – Polonia 0-3: cronaca e risultato finale

29 0
italia festeggia qualificazione
Italia festeggia qualificazione – Credit: FIPAV

Seconda sconfitta in Volleyball Nations League per la nazionale azzurra che festeggia oggi la qualificazione ai Giochi Olimpici di Parigi 2024

LUBIANA – L’Italia, che festeggia oggi la qualificazione ai Giochi Olimpici di Parigi 2024, già conquistata al termine della week 2, trova la sua seconda sconfitta in Volleyball Nations League per 0-3 (22-25, 21-25, 22-25) con i campioni d’Europa della Polonia nella prima della week 3 in Slovenia. 18 i punti di Leon, best scorer dell’incontro, seguito dai 15 di Kurek, con 8 muri punti di squadra che hanno permesso alla Polonia di avere la meglio su un’Italia che ha battagliato, come sottolineato del tecnico azzurro, per tutta la gara. In evidenza tra gli azzurri Luca Porro, 11 i suoi punti personali, come quelli di Bovolenta, entrambi alla prima da titolari dall’inizio.

L’Italia scivola al terzo posto nella classifica di VNL, passata proprio dalla Polonia per miglior quoziente set, entrambe con 7 vittorie e 21 punti, dietro alla Slovenia, prima al momento. Giornata d’esordio per Marco Gaggini, alla sua prima con la maglia della nazionale seniores dopo l’esaltante stagione conclusa con la Finale Scudetto con la maglia di Monza. Capitan Sbertoli e compagni torneranno in campo domani per la seconda sfida della week 3 contro la Bulgaria dell’ex tecnico azzurro Gianlorenzo Blengini alle 16.30. La gara sarà trasmessa sulle piattaforme DAZN e VBTV.

Cronaca della partita

Nel primo set De Giorgi manda in campo capitan Sbertoli in diagonale con Bovolenta, Recine e Luca Porro schiacciatori, al centro Sanguinetti e Mosca (l’unico in campo all’inizio non reduce dalle prime due tappe di VNL) e Laurenzano libero.

La prima firma della gara è quella di Luca Porro, suo il punto dell’1-0 da seconda linea. Un’Italia spregiudicata si porta avanti 3-2. Prima fase di studio tra le due squadre con un’Italia rinnovata rispetto alla prima parte di VNL, la Polonia si porta avanti sul 5-4. Il muro di Bienek su Mosca porta sull’8-6 la squadra di Grbic. L’Italia prova a star dietro alla Polonia, il block out di Bovolenta porta gli azzurri a due punti dai polacchi 10-8, un ace del prossimo opposto di Piacenza accorcia ad uno il punto di svantaggio 12-11. Polonia sempre avanti nella fase centrale del primo set, il punto di Leon in attacco vale il 18-16. Dentro Gironi per Sbertoli sul 20-18, suo il punto numero 19 dell’Italia ad un punto dalla Polonia, in campo anche Paolo Porro a chiudere il cambio di diagonale. Kurek gioca col muro azzurro, Polonia avanti 23-21. Leon conquista la prima palla set per la Polonia che chiude sul 25-22 con un muro su Bovolenta.

Nessun cambio tra gli azzurri nel secondo set. Un’alzata da seconda linea di Porro, Luca, consente a Bovolenta di Chiudere il punto del 2-1 per l’Italia. Sanguinetti sfrutta il muro avversario, suo il primo tempo che vale il 4-3. L’Italia è brava a mantenere il vantaggio portandosi sul 8-5. La diagonale strettissima di Porro vale il 9-6 per gli azzurri. La Polonia accorcia le distanze, il punto di Leon porta ad un punto dagli azzurri 9-8, lo stesso schiacciatore polacco pareggia i conti 9-9. De Giorgi manda in campo Cortesia per Mosca, Porro sblocca l’avanzata polacca, suo l’attacco che vale il 10-9. L’errore in attacco di Bovolenta porta avanti la Polonia 12-11. Qualche errore di troppo nella metà campo azzurra, la Polonia prende il largo portandosi sul 15-12. L’ace di Leon su Porto porta la Polonia sul 21-17, Recine è bravo a gestire la palla col muro polacco, diciottesimo punto per l’Italia. De Giorgi cambia nuovamente la diagonale, dentro Gironi e Paolo Porro. La Polonia conquista quattro palle set, portando a casa il secondo set sul 25-21 finale.

De Giorgi conferma anche nel terzo parziale il 6+1 dei set precedenti. Partenza equilibrata, 4-4 dopo i primi scambi. L’attacco da seconda linea di Luca Porro porta l’Italia sul 5-5. Il muro a uno di Fornal su Bovolenta vale il 7-5 per la Polonia, quello di Sbertoli su Kurek pareggia i conti 7-7. Bovolenta trova il punto del 9-8, Italia in vantaggio, il muro di Mosca vale il 10-9. Bovolenta è bravo a chiudere l’attacco del 12-12. L’Italia trova il vantaggio con l’attacco vincente di Luca Porro 14-13. Kurek ferma a muro Bovolenta, la Polonia azzera le distanze 15-15, ancora un muro polacco per il vantaggio 16-15 degli uomini di Grbic. L’Italia ritrova il vantaggio sul 19-18 dopo una grande azione nata sull’ottima difesa di Sbertoli. Consueto cambio di diagonale per De Giorgi, Gironi e Porro in campo sul 21-20 per la Polonia. Il muro polacco porta sul 22-20, Kurek in attacco sul 23-20. La Polonia chiude sul 25-22 e conquista la sua vittoria numero 7, la seconda sconfitta per l’Italia in questa VNL.

Dichiarazioni

Riccardo Sbertoli: “Siamo molto felici per la qualificazione ai Giochi Olimpici con il lavoro di tutti. Un inizio non facile nella week 3 contro i campioni d’Europa, volevamo starci dentro tutta la partita, lì vicino e ci siamo stati. Ovviamente non siamo stati perfetti, potevamo fare qualcosina di più secondo me per portare via un set che magari avrebbe cambiato un pochino l’inerzia.

Dobbiamo essere anche comunque soddisfatti anche di una prestazione che non è mai scontata, stare sempre in partita e sempre attaccati a una squadra così. Domani la Bulgaria, per noi tutte le partite sono importanti perché vogliamo fare classifica, vogliamo giocare al meglio, vogliamo dimostrare quanto valiamo quindi penso che Bulgaria, Polonia, Turchia, Slovenia saranno tutte partite importanti.

C’è da fare un plauso a questi ragazzi che si sono allenati tanto a Cavalese prima di arrivare qui, giocando finora un pò poco e hanno la loro occasione adesso, abbiamo la nostra occasione perché anche io fino ad ora non ho giocato tantissimo, quindi sicuramente l’energia è tanta e tutti vogliono dimostrare qualcosa di buono”.

Luca Porro: “Con la Polonia oggi è stata una partita difficile. Loro hanno giocato, secondo me, molto bene. Anche noi abbiamo fatto una bella partita. Siamo stati sempre lì attaccati, a volte anche sopra. Forse l’unico fondamentale in cui ci è mancato qualcosa è la battuta.

Oggi abbiamo faticato, un po’ tanti errori e pochi ace. E comunque anche poche palle buttate di là. Possiamo ritenerci comunque abbastanza soddisfatti. Siamo, come dice l’allenatore, tutti risorse, siamo tutti giocatori che hanno tutte le stesse possibilità, tutti le stanno avendo e speriamo di far bene. Il nostro obiettivo è quello di giocare bene a pallavolo ogni partita. Domani con la Bulgaria sarà una partita complicata, è una squadra forte, come tutte. Questa VNL è a livello altissimo, però proveremo a dare il meglio di noi e a giocare bene”.

Ferdinando De Giorgi: “Oggi abbiamo battagliato ma c’è mancata, soprattutto nella fase break, un pò di qualità, di capacità di trasformare alcune situazioni, di essere più efficaci. Poi alla fine le situazioni sul side out siamo stati abbastanza bravi, i ragazzi sono rimasti in partita. Poi è chiaro che dall’altra parte di qualità ce n’è. Loro sono stati più bravi a sfruttare le opportunità che si sono create. Insomma, voglio dire, sia Kurek che comunque Leon hanno fatto dei numeri importanti.

Domani abbiamo un’altra partita. Dobbiamo mantenere questo spirito, però dobbiamo aggiungere qualcosa dal punto di vista tecnico. Soprattutto nella fase di break possiamo fare meglio. Gli obiettivi ora sono che noi siamo la nazionale italiana, dobbiamo alimentare la nostra classifica ma dobbiamo alimentare anche quella che è l’identità.

C’è l’opportunità per molti giocatori di giocare partite vere, importanti e sono esperienze che si accumulano e che possono essere utilissime per il futuro abbastanza vicino. Volevo mandare un saluto a tutti i ragazzi che sono rimasti a casa. Oggi abbiamo ritirato questo cappello che celebra la qualificazione ai Giochi Olimpici, e questo è stato ed è un obiettivo importante per tutta la comunità di Noi Italia. Quindi ragazzi bravi, il cappellino l’abbiamo tenuto anche per voi”.

Tabellino

Italia – Polonia 0-3 (22-25, 21-25, 22-25)

Italia: Recine 8, Sbertoli 1, Sanguinetti 2, Bovolenta 11, Mosca 2, Porro L. 11, Laurenzano (L), Porro P. 0, Cortesia 0, Gironi 3. N.e. Bottolo, Rinaldi, Gaggini, Caneschi. All. De Giorgi .

Polonia: Kurek 15, Leon 18, Śliwka 0, Kochanowski 3, Janusz 1, Bieniek 8, Zatorski (L), Komenda 0, Bednorz 0, Fornal 7, Bołądź 1, Huber 1. N.e. Popiwczak (L), Kłos. All. Grbic.

Arbitri: Cespedes Lassi Denny Francisco (DOM), Dziewirz Scott (CAN)
Durata set: 25 , 26 , 26.
Italia: 1 a, 17 bs, 2 mv, 21 et.
Polonia: 2 a, 22 bs, 8 mv, 27 et.

Tutte le gare della week 3 tra Lubiana e Manila

Week 3

Pool 5 (Ljubljana, Slovenia)
Bulgaria – Turchia 3-1 (27-25, 25-20, 12-25, 25-22)
Slovenia – Argentina 3-0 (25-23, 25-2, 29-27)
Cuba – Serbia 2-3 (25-22, 25-21, 16-25, 21-25, 12-15)
Italia – Polonia 0-3 (22-25, 21-25, 22-25)
20.06 ore 13.00 Turchia – Argentina
20.06 ore 16.30 Bulgaria – Italia
20.06 ore 20.30 Cuba – Slovenia
21.06 ore 13.00 Argentina – Polonia
21.06 ore 16.30 Bulgaria – Cuba
21.06 ore 20.30 Turchia – Serbia
22.06 ore 13.00 Bulgaria – Argentina
22.06 ore 16.30 Serbia – Polonia
22.06 ore 20.30 Slovenia – Italia
23.06 ore 13.00 Cuba – Polonia
23.06 ore 16.30 Turchia – Italia
23.06 ore 20.30 Serbia – Slovenia

Pool 6 (Manila, Filippine)
Olanda – Brasile 1-3 (26-24, 23-25, 29-31, 20-25)
Canada – Giappone 3-2 (25-21, 20-25, 25-15, 20-25, 15-10)
Germania – Francia 3-1 (25-23, 25-27, 25-20, 25-23)
Iran – USA 3-2 (26-28, 25-23, 25-18, 26-28, 15-13)
20.06 ore 05.00 Germania – Canada
20.06 ore 09.00 Iran – Olanda
20.06 ore 13.00 Brasile – USA
21.06 ore 05.00 Iran – Francia
21.06 ore 09.00 Canada – Brasile
21.06 ore 13.00 Olanda – Giappone
22.06 ore 05.00 Germania – USA
22.06 ore 09.00 Canada – Olanda
22.06 ore 13.00 Francia – Giappone
23.06 ore 05.00 Germania – Iran
23.06 ore 09.00 Francia – Brasile
23.06 ore 13.00 Giappone – USA