A tu per tu con Sebastian Vettel: l’intervista all’asso della Ferrari

86

sebastian vettel

L’asso della Ferrari ha invitato i tifosi a essere responsabili perchè la situazione causata dal Coronavirus é seria. E, visto che avrà ulteriore tempo libero, chissà che non restauri la sua motocicletta o non cambi la livrea al casco..

MILANO –  Sebastian Vettel, il campioe tedesco della Ferrari, si é concesso a una lunga intervista alla Gazzetta della Sport, dove le domande non erano fatte ai giornalisti ma provenivano diretamente dai tifosi e lettori. Ha parlato un pò di tutto: Coronavirus. tempo libero, anbizioni, rapporto con i fan. Ecco cosa ha detto.

Quali consigli ti senti di dare ai tifosi della Formula Uno in questo momento difficile?

“Non penso di poter dare chissà quali consigli. Vi dico solo, prendete sul serio la situazione. Prendetevi cura di voi stessi e delle altre persone, soprattutto quelle più anziane. Mantenete le distanze, lavatevi le mani. Probabilmnte sto già dando troppi consigli ma credo che la cosa più importante sia rispettare le persone e questo significa tenersi a una distanza di sicurezza dagli altri. Non sottovalutate la situazione, prendete la cosa sul serio e siate responsabili”.

Vettel é notoriamente appassionato di veicoli d’epoca, in particolare auto storiche. Chiede una sua fan: “Hai avuto tempo di prenderti cura della tua motocicletta, l’hai finalmente restaurata?”

“Non ancora ma credo che mi ci metterò visto che sembra che avremo ulteriore tempo libero. Concentrarsi su dadi e bulloni e al restauro della moto puà essere un buon modo per non impazzire”.

Hai mai pensato di studiare seriamente ingegneria una volta terminata la carriera di pilota?

“Prima di diventare professionista e di iniziare la mia carriera di pilota. al termine delle scuole superiori, avevo pensato di iscrivermi all’Università e studiare Ingegneria Meccanica. Quindi é qualcosa che mi piacerebbe fare. Certo, nel frattempo ho sviluppato la passione per tantissimi altri interessi ma c’é sempre qualcosa che mi affascina nel capire come funzionano le cose. E ovviamente mi piace comprendere tutto ciò che succede nella nostra monoposto e come funziona nel suo complesso. Si. potrebbe essere qualcosa da fare un giorno”.

Com’é la vita nel motorhome? Ci passate molto tempo voi piloti?

“Utilizzo il motorhome solo in alcune gare, soprattutto europee, anche perchè sarebbe piuttosto complesso portarlo in altre gare. Anche quando ho il motorhome, comunque, non é che riesca a trascorrevi tanto tempo, visto che rientriamo abbastanza tardi dalla pista e torniamo presto al mattino. Però mi piace, é un posto tutto mio ed é piacevole prepararmi la colazione al mattino”.

Se potessi tornare indietro e incontrare il giovano Seb prima della F1 cosa vorresti dirgli?

“Non vorrei dargli alcun consiglio. Penso che tutto quello che é successo sia successo per una ragione. Mi sento fortunato ad avere avuto una carriera come quella che ho avuto fin qui e non penso di aver voluto prendere qualche scorciatoia. Penso che superare i momenti difficili sia un’opportunità per renderti più forte”

Quale livrea del tuo casco ti é piaciuta di più in assoluto?

Non so, ho avto un casco in tantissime versioni nel corso della mia carriera. Non so se ce ne sia una in particolare. Devo dire che mi piace molto quella attuale, con base bianca e la bandiera tedesca che lo attraversa. Mi diverto molto a modificare il design nei dettagli, come ad esempio aggiungendo il Cavallino Rampante, il logo della Ferrari”.

Quale é il regalo più bello che tu abbia ricevuto da un fan?

“Non penso che ci sia un rwgalo più bello degli altri. Apprezzo molto che le persone pensino a me e si impegnino a scrivermi, consegnandomi una letterina. leggendo la quale mi rendo conto che volevano farmi sorridere. Ecco, questo é forse la cosa che mi piace di più.Mi pace rileggere i messaggi tutti insieme la sera.É bello spare che qualcuno ti ha pensato. Ci sono state parole e lettere che sono satte fonte di ispirazione. Ancora una volta grazie pero. Vi saluto, vi voglio bene”.

Foto tratta dalla pagina ufficiale Facebook Sebastian Vettel

 

Articoli correlati