Africa in estasi: il Ghana è nei quarti!

Dopo aver assistito alle eliminazioni di quasi la totalità delle proprie rappresentanti l’Africa si prende un grande riscatto giovandosi delle performance dei “brasiliani” del Continente nero, ovvero il Ghana, giunto a sorpresa (ma mica tanto) ai Quarti di Finale della manifestazione, rinverdendo i fasti del Camerun anni ’90 e del Senegal 2002, uniche squadre africane ad arrivare oltre gli Ottavi.

Ghana che è la voce fuori dal coro in un continente che stenta ancora a fare la voce grossa, unico team in grado di far sognare milioni e milioni di tifosi, adesso in estasi per questa impresa conseguita meritatamente a scapito degli Stati Uniti. Ghana che partiva subito alla grande, realizzando un gran gol con Boateng, che eludeva la retroguardia avversaria per lasciare partire un tiro a fil di palo alla destra del portiere avversario.

Nella ripresa gli USA cercano di arginare la supremazia degli africani e perverranno al pareggio grazie ad un rigore di Donovan per fallo di Mensah su Dempsey. Poco dopo il portiere africano Kingson si metterà in luce per un tackle su Altidore lanciato a rete: è un intervento tanto rischioso (poteva causare il rigore) quanto originale, per essere fatto da un estremo difensore.

Il punteggio dei tempi regolamentari non si schioda e si giunge all’extratime sull’1-1, dopo che gli americani avevano sprecato tante occasioni per indirizzare il match a loro favore. Nei primi minuti dei supplementari il Ghana, a dispetto della fatica che sembrava attanagliarlo, torna in vantaggio con il gol di Gyan, alla 3^ marcatura in questo Torneo: lungo lancio dalla difesa, Gyan controlla con il petto anticipando Bocanegra, entra in area per poi lasciare partire un gran sinistro che trafigge Howard.

È tripudio!!! Adesso nei Quarti il Ghana sfiderà l’altra sorpresa della kermesse, l’Uruguay di Forlan e Suarez: comunque vada vi sarà un’outsider assoluta in Semifinale, anche se nel caso della Celeste si tratterebbe di rispolverare gli albori….Non tutti, infatti, ricordano che un tempo l’Uruguay era la Nazione più forte del Mondo, non a caso vincitrice di un paio di Mondiali, nel 1930 (battuta l’Argentina) e nel 1950 (affossato il Brasile al Maracana).

TABELLINO:

STATI UNITI-GHANA 2-1 d.t.s. – PRIMO TEMPO 1-0, (1-1 al 90′).

STATI UNITI (4-4-2): Howard; Cherundolo, Bornstein, Demerit, Bocanegra; Dempsey, Clark (31′ s.t. Edu), Michael Bradley, Donovan; Altidore (1′ s.t.s Gomez), Findley (1′ s.t. Feilhaber). All. Bob Bradley.Panchina: Guzan, Hahnermann, Goodson, Spector, Onyewu, Torres, Holden, Clark, Buddle

GHANA (4-2-3-1): Kingson; Pantsil, Jonathan Mensah, John Mensah, Sarpei (28′ s.t Addy); P. Boateng (32′ s.t Appiah), Annan; Inkoom (7′ p.t.s. Muntari), K. Asamoah, André Ayew; Asamoah Gyan. All: Rajevac. Panchina: Agyei, Ahorlu, Tagoe, Derek Boateng, Vorsah, Abeyie, Amoah, Vorsah, Ibahim Ayew, Adiyiah.

Arbitro: Kassai (Ungheria)

Reti: Prince Boateng (G) al 5′ p.t.; Donovan (S) rig al 17′ ; Gyan (G) al 3′ p.t.s

NOTE: ammoniti: Clark, Cherundolo, Jonathan Mensah, Ayew.