Albo d’oro Europa League: numeri e curiosità

466

Europa League logo

I principali record che si nascondono dietro l’albo d’oro della seconda più importante competizione europea per club

La 50ª edizione dell’Europa League è in corso di svolgimento, ma diamo oggi uno sguardo al passato focalizzandoci sull’albo d’oro della seconda più importante competizione europea per club. Il torneo ha subito varie modifiche dal 1971 a oggi, in particolare dal 2009 quando prese il nome attuale abbandonando il precedente Coppa UEFA. La Coppa negli anni ’70 aveva sostituito l’ancora più antica Coppa delle Fiere, di cui la UEFA non fu organizzatrice e che vi partecipavano su invito rappresentative di importanti città europee che ospitavano fiere commerciali. Nel 2009 fu abolita la competizione direttamente legata alla Coppa UEFA chiamata Intertoto, decidendo così di dare un nuovo nome al torneo e di riformularlo per renderlo simile alla più prestigiosa Champions League.

Vittorie per squadra

La squadra che ha vinto il maggior numero di volte la competizione è il Siviglia, con 6 successi. Gli spagnoli hanno raggiunto questo record solo negli ultimi quindici anni. Il primo trionfo risale infatti al 2006 contro il Middelsbrough, e sempre con Juande Ramos in panchina si confermarono l’anno dopo aggiudicandosi il derby spagnolo contro l’Espanyol. Anni dopo la doppietta realizzarono addirittura una tripletta, alzando la coppia nel 2014,2015 e 2016, una volta con Jorge Jesus alla guida e due con Unai Emery. L’ultima successo è della scorsa stagione, quando con Julen Lopetegui come tecnico vinsero la finale contro l’Inter di Antonio Conte. Dopo il Siviglia ci sono quattro squadre che si sono aggiudicate la coppa 3 volte.

Il Liverpool la vinse per la prima volta nel 1971 battendo il Borussia Monchengladbach, la seconda tre anni dopo sconfiggendo il Bruges. La più recente affermazione è del 2001, quando gli inglesi furono dei veri re di coppe, vincendo oltre alla coppa UEFA anche quella di Lega e di Inghilterra, successi che permisero alla loro stella Michael Owen di conquistare il Pallone d’Oro di quell’anno.

La Juventus alzò la coppa per la prima volta nel 1977 battendo l’Athletic Bilbao con Giovanni Trapattoni in panchina, mentre i successivi arrivarono negli anni ’90. Nel 1990 con Dino Zoff in panchina battendo in finale nel derby italiano la Fiorentina, e nel 1993 guidati nuovamente da Trapattoni sconfiggendo il Borussia Dortmund. Nella finale Roberto Baggio segnò una doppietta, prestazione che lo aiutò oltre che a vincere la coppa anche ad aggiudicarsi il Pallone d’Oro di quella stagione.

L’Inter ha collezionato le sue coppe negli anni ’90. La prima nel 1991 battendo in finale la Roma, con Trapattoni alla guida, poi tre anni dopo sconfiggendo il Salisburgo con Gianpiero Marini come tecnico, mentre nel 1998 con mister Luigi “Gigi” Simoni e la coppia in attacco Ronaldo-Zamorano batterono la Lazio nella finale unica disputata a Parigi (precedentemente si giocava nella formula andata e ritorno).

L’Atletico Madrid si è aggiudicato i suoi trofei negli ultimi dieci anni. Nel 2010 con Quique Sanchez Lopez come allenatore battendo il Fulham, poi con Diego Simeone trionfò sia nel 2012 nel derby iberico contro l’Athletic Bilbao che nel 2018 contro l’Olympique Marsiglia, ma in quest’ultimo caso ha festeggiato dalla tribuna essendo stato squalificato durante le semifinali per aver insultato un arbitro. Per l’occasione lo sostituì il suo vice German Burgos.

Vittorie per nazione

Se guardiamo l’albo d’oro dal punto di vista delle nazioni d’appartenenza, al primo posto c’è di nuovo la Spagna con 12 vittorie, divise tra le 6 del Siviglia, 3 dell’Atletico Madrid, 2 del Real Madrid e 1 del Valencia.. Al secondo l’Italia e l’Inghilterra sono a pari merito con 9 affermazioni. Le vittorie della nostre squadre sono distribuite tra le 3 di Juventus e Inter, 2 del Parma e 1 del Napoli, mentre quelle degli inglesi tra le 3 del Liverpool, 2 di Tottenham e Chelsea, 1 di Ipswich Town e Manchester United. C’è poi la Germania a quota 6, di cui 2 del Borussia Monchengladbach e 1 di Eintracht Francoforte, Bayer Leverkusen, Bayern Monaco e Shalke 04. I Paesi Bassi contano invece 4 successi, di cui 2 del Feyenoord e 1 di PSV e Ajax. Seguono a 2 trionfi il Portogallo grazie al Porto, la Svezia con l’IFK Goteborg e la Russia con CSKA Mosca e Zenit. Chiudono con 1 successo il Belgio grazie all’Anderlecht, l’Ucraina con lo Sachtar e la Turchia con il Galatasaray.

Altri record

La città di appartenenza con più vittorie è Siviglia con 6 successi (tutti del Siviglia), al secondo posto Madrid con 5 (3 Atletico, 2 Real), al terzo Londra  con (2 Chelsea, 2 Tottenham).

La squadra con il massimo numero di edizioni giocate è lo Sporting Lisbona con 33 partecipazioni, seguito da Bruges con 31 e Inter con 28.

Il primo club a vincere la Coppa UEFA è stato il Tottenham nel 1972, mentre a vincerla nella formula attuale come Europa League è stato per primo l’Atletico Madrid nel 2010. Ad avere vinto con entrambe le nomenclature sono state finora solo 2 squadre: Porto e Siviglia.

Il Siviglia è anche l’unica squadra ad aver realizzato successi consecutivi, dal 2013/2014 al 2015/2016.

Le squadre che hanno perso più volte in finale sono il Benfica e l’Olympique Marsiglia, che in 3 occasioni si sono piazzate al secondo posto.

Quattro squadre sono riuscite a realizzare un triplete che contasse Coppa UEFA/Eruopa League, il proprio campionato e la coppa nazionale: IFK Goteborg (1982), Galatasaray (2000), Porto (2003, 2011), CSKA Mosca (2005).

La squadra che ha partecipato a più edizioni consecutive è il Bruges con 10 manifestazioni di fila, dal 1996/1997 al 2005/2006, seguito dal PAOK con 9, dal 1997/1998 al 2005/2006.

Lo Sachtar invece è il club che per più ha partecipato consecutivamente alla Champions League (turni di qualificazione compresi) e poi all’Europa League nella stessa stagione: è capitato in 6 occasioni, dal 2001/2002 al 2005/2006.

Oltre la Spagna grazie alle vittorie consecutive del Siviglia, anche l’Italia può vantare affermazioni di fila dei suoi club, e per due volte: la prima tripletta è dal 1989 al 1991 (Napoli, Juventus, Inter), la seconda dal 1993 al 1995 (Juventus, Inter, Parma).

Le nazioni che hanno vinto con più club differenti sono Germania e Inghilterra con 5 club a Paese: i tedeschi con Borussia Monchengladbach, Eintracht Francoforte, Bayer Leverkusen, Bayern Monaco e Shalke 04, gli inglesi con Liverpool, Tottenham, Chelsea, Ipswich Town e Manchester United.

Londra è l’unica città ad aver portato due club in finale nella stessa stagione, ovvero Chelsea e Arsenal nel 2019.

In due casi la vincitrice della Champions League aveva vinto l’anno precedente la Coppa UEFA: il Liverpool (1976/77) e il Porto (2003/2004). Il Chelsea al contrario ha vinto l’Europa League l’anno seguente alla Champions League (2012/13).

Sono quattro i giocatori che hanno vinto più volta la Coppa UEFA/Europa Legue. A quota 4 successi troviamo Reyes (2010 con l’Atletico Madrid, 2015, 2016 e 2017 con il Siviglia), Beto (nel 2011 con il Porto, 2014-2015-2016 con il Siviglia), Gameiro e Vitolo ( 2014-2015-2016 con il Siviglia, 2018 con l’Atletico).

Gli allenatori che hanno vinto di più la competizione sono con 3 trionfi Giovanni Trapattoni (tra Juventus e Inter) e Unai Emery (tutti con il Siviglia).

Tre persone sono riuscite a vincere la competizione sia da giocatori che da allenatori: Dino Zoff (con la Juve nel 1976/1977 e da tecnico nel 1989/90), Huub Stevens (con il PSV nel 1977/1978, con lo Shalke nel 1996/1997) e Diego Simeone (con l’Inter nel 1997/1998, con l’Atletico Madrid nel 2011/2012 e 2017/2018).

Articoli correlati