Amrabat, alla scoperta del gioiello gialloblù: curiosità e numeri

105

amrabat

Focus sul Sofyan Ambrabat, curiosità e informazioni sul centrocampista dell’Hellas Verona. Il suo esordio in campionato e la sua storia calcistica

VERONA – Il sito ufficiale del Verona calcio è tornato a parlare di altri suoi protagonisti di questa stagione 2019-2020. Dopo Di Carmine e Pessina andiamo a vedere le caratteristiche i numeri e perché no alcune curiosità di uno dei giocatori importanti per la stagione dell’Hellas e tra i centrocampisti più di spicco di questa serie A. Parliamo di Sofyane Amrabat, arrivato a Verona il 22 agosto 2019. Curioso il fatto che dopo tre giorni ora già in campo al Bentegodi. Un esordio subito positivo, una prestazione straripante con la quale ha messo le sue qualità agonistichee  grande spirito di sacrificio. Ma andiamo a vedere come viene stilato il profilo da parte della società gialloblù. Quindi in fondo un video con le sue immagini più belle.

Da subito si è pensato fosse un calciatore tutto muscoli, fiato e tenacia, ma in realtà quel numero 34 si è rivelato nel tempo un abile palleggiatore, con grande personalità non solo nella lotta, ma anche nello smarcarsi e nel catalizzare i palloni. Dietro l’idea che ci siamo fatti del calciatore, c’è la realtà di una persona sensibile, legata ai propri fratelli e alla propria famiglia, sentimenti di disponibilità e correttezza che poi rispecchia sul rettangolo verde. Ceduto alla Fiorentina nel corso del mercato invernale, è ora in prestito all’Hellas sino al termine della corrente stagione.

NORDIN E SOFYAN

Due fratelli, due calciatori. Quando nel 2007 Sofyan entra nel settore giovanile dell’Utrecht, Nordin ha già giocato un’intera stagione tra i professionisti con l’Omniworld ed è prossimo a esordire con il VVV-Venlo. Entrambi disputano alcune partite con le selezioni giovanili olandesi, Sofyan con l’Under 15, mentre Nordin arriva fino all’Under 21, ma alla fine tutti e due scelgono di giocare per il Marocco, il Paese natale dei loro genitori. Fra i due ci sono 9 anni di differenza, ma seppur non abbiano mai avuto la possibilità di affrontarsi in campo – il fratello maggiore Nordin lascia l’Olanda e il PSV Eindhoven nel 2011, per giocare in Turchia, Spagna e Inghilterra, arrivando infine all’Al-Nassr, in Arabia Saudita – hanno comunque avuto il privilegio di condividere l’esperienza in Nazionale per alcune gare. Già nel 2015 (a 19 anni) Sofyan è in panchina, per la prima volta, a osservare il fratello in campo contro l’Uruguay in amichevole. Il suo esordio è datato 28 marzo 2017, contro la Tunisia, ma Nordin non è convocato. I due riescono a giocare insieme l’11 novembre 2017 contro la Costa d’Avorio. Il 16 ottobre 2018 sono uno a fianco all’altro, pochi istanti prima dell’inizio della gara con le Comore, a cantare l’inno nazionale.

AMRABAT IN EUROPA

Sofyan Amrabat ottiene un discreto successo in Olanda, nei suoi primi anni di carriera. Riesce a vincere con la Primavera dell’Utrecht il campionato nel 2016, un titolo giovanile che lo proietta nell’Eredivisie professionistica. Con la maglia del Feyenoord riesce a sollevare nel 2018 la Supercoppa Olandese, sempre nel 2018 la Coppa d’Olanda e nel 2019 la sua seconda Supercoppa Olandese. Questi successi convincono il Club Brugge a portarlo in Belgio. Per quanto riguarda le competizioni UEFA, Sofyan colleziona 3 presenze in Europa League e 8 in Champions League, dove arriva ad affrontare squadre del calibro dell’Atletico Madrid, del Borussia Dortmund e del Manchester City. Il suo unico gol europeo lo sigla con la maglia del Feyenoord, in Champions, il 26 settembre 2017 nella sconfitta per 3-1 in casa del Napoli.

IL PRIMO BOATO È IL PIÙ FORTE

Una corsa di venti o trenta metri, veloce, un tackle, il tentativo di recuperare palla, il fallo. È bastato un nulla a Sofyan Amrabat per accendere il ‘Bentegodi’, uno stadio e un pubblico che apprezzano i calciatori che badano alla sostanza. E basta un attimo per alimentare quel fuoco sempre acceso per sostenere il Verona. Una scivolata dopo il pressing, diretta e decisa, e si sente il primo boato, il più forte. Hellas in dieci, a giocarsela apertamente più che a difendere il pareggio, ma Amrabat dà subito da intendere che quelle gare, uno come lui, vorrebbe giocarle sempre. Verona-Bologna del 25 agosto 2019 è stata la sua prima partita in gialloblù, arrivato all’Hellas appena tre giorni prima.

SCHEDA E NUMERI DI SOFYAN AMRABAT

#34 SOFYAN AMRABAT
Data di nascita: 21 agosto 1996
Luogo: Huizen, Paesi Bassi
Altezza: 1,85 m
Nazionalità: marocchina-olandese
Ruolo: centrocampista centrale
Piede preferito: destro
Caratteristiche: ‘tuttocampista’ e ‘tackle-man’
Presenze in Serie A: 23
Presenze Hellas Verona: 23

Foto di Amrabat tratto dal suo profilo Instagram

Articoli correlati