Atalanta, Gasperini: “Con il Crotone gara importante ma non decisiva”

349
Gasperini, l'Atalanta e il problema-centrocampo
Il tecnico dell’Atalanta, Giampiero Gasperini

Il tecnico ha parlato in conferenza stampa in vista del match di oggi contro il Crotone in programma allo Stadio Adriatico

PESCARA – Questa sera all’Adriatico di Pescara scenderanno in campo Crotone ed Atalanta per un match che si preannuncia carico di tensione in quanto entrambe le compagini non stanno trascorrendo un periodo roseo. I neroazzurri guidati da Gasperini hanno solo tre punti in classifica e sono reduci dal ko interno con il Palermo.

Dall’altra parte invece i Pitagorici hanno messo solo un punto in cascina ancora contro il Palermo. Gasperini è sulla graticola e potrebbe già rischiare la panchina nella giornata di oggi in caso di sconfitta. Queste le sue parole in conferenza stampa.

“Sarà una partita sicuramente importante, ma non decisiva. Dopo cinque giornate  non ci sono partite decisive. Col Palermo meritavamo di più, abbiamo fatto più di loro, ma è chiaro che una reazione ci deve essere. E l’Atalanta non è una squadra che non reagisce. Il Crotone è una squadra che corre, che ha le sue caratteristiche e finora se l’è giocata sempre con tutti”. Gara speciale per Gasperini, che ha allenato anche la squadra calabrese. “Devo molto a Crotone, alla società e alla città. Era stata la mia prima esperienza da professionista ed è stata molto positiva e bella: ricordo con grande affetto tante persone. Ma ora lavoro per l’Atalanta e l’obiettivo è cercare di migliorare, di far crescere la squadra e ottenere dei risultati”, ha detto.

Articoli correlati